05-08-2022 ore 13:32 | Economia - Sindacati
di Alessia Silvani

Asst Crema. I sindacati chiedono 'un cambio di passo', l'azienda: 'disponibile ad un incontro'

All’incontro di ieri "l’azienda si è presentata con una delegazione eccessivamente ridotta, non legittimata a sottoscrivere alcuna intesa o accordo, venendo meno agli obblighi contrattuali e mortificando di fatto il ruolo delle organizzazioni sindacali e della Rsu aziendale”. In un comunicato congiunto le organizzazioni sindacali del comparto sanità pubblica (Nursing Up, Cgil, Cisl e Uil) unitamente alla Rsu ziendale chiedono “un cambio di passo” alla direzione di Asst Crema, dopo “l’ennesima azione poco rispettosa ed in sfregio al corretto esercizio delle relazioni sindacali”.

 

Trattativa interrotta

Andiamo con ordine. Era fissato per ieri, giovedì 4 agosto, un incontro tra le parti sociali e la direzione generale di Asst Crema. Tra i temi all'ordine del giorno “la recrudescenza della pandemia , la rimodulazione dell’unità di offerta dell’unità operativa di psichiatria, l'organico insufficiente, i carichi di lavoro estenuanti, le numerose criticità che impediscono una efficiente erogazione di servizi all’utenza”. “La ridotta presenza da parte di Asst – spiegano i sindacati – ha impedito di proseguire il confronto e la trattativa”. Per questo le organizzazioni hanno “diffidato l’azienda nel procedere con atteggiamenti non consoni e manifestato la possibilità di dichiarare lo stato di agitazione, che prevede l’intervento del prefetto nel tentativo di conciliazione fra le parti”.

 

La risposta di Asst

L'Asst di Crema, con una nota stampa inviata questa mattina, smorza i toni: “ la direzione strategica non ha potuto presenziare all'incontro sindacale fissato per ieri in quanto convocata da regione Lombardia ed Ats per incontri istituzionali non procrastinabili. Si è tuttavia ritenuto di non rinviare l'incontro, vista la presenza del dirigente delle risorse umane e del dirigente del Sitra (Servizio infermieristico tecnico riabilitativo aziendale), al fine di portare a termine tematiche note, già oggetto di confronto e discussione nei precedenti incontri. Potevano essere concluse in tale sede”. L'azienda si rende disponibile a “programmare a breve un nuovo incontro con la parte sindacale”.

2429