04-12-2017 ore 18:45 | Economia - Associazioni
di Ilaria Bosi

Autotrasporto, il nuovo contratto nazionale. In vigore per i prossimi anni, ecco le novità

Scaduto a fine 2015, è stato rinnovato il contratto nazionale logistica, trasporto merci e spedizione. Il nuovo testo contrattuale sarà in vigore per quattro anni, fino al 31 dicembre del 2019. L’accordo è stato sottoscritto da Cna Fita, Confartigianato Trasporti, SnaCasartigiani, Claai e tutte le associazioni di settore insieme a Fit-Cgil, Fit-Cisl e UilTrasporti.

 

Elementi innovativi

L’intesa sancisce le peculiarità dell'artigianato e della imprese associate alle federazioni firmatarie. Molti gli elementi innovativi: la nuova classificazione del personale, la settimana mobile e la discontinuità automatica per il personale viaggiante, misure di contrasto dell'assenteismo, la caduta del divieto di utilizzo del lavoro intermittente, il riconoscimento della bilateralità propria del sistema.

 

Occupazione e dumping sociale

Secondo la Cna “sono state inoltre introdotte misure per favorire l’occupazione e per contrastare il dumping sociale delle imprese estere. Il nuovo Ccnl è un importante passo in avanti per il sistema della rappresentanza e costituisce uno strumento di grande utilità e di reale modernizzazione che potrà favorire l’auspicata ripresa del settore”. Revocato lo sciopero previsto per i giorni lunedì 11 e martedì 12 dicembre.

 

La riserva e la necessaria unità

Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, sottolineano che “il contratto, scaduto da 23 mesi, riguarda oltre 700 mila lavoratori e prevede nella parte economica, un aumento medio di 108 euro da riparametrarsi ed una ‘una tantum’ di 300 euro. La riserva sull’ipotesi di accordo sarà sciolta entro il 1 febbraio 2018, dopo che saranno effettuate le assemblee certificate dei lavoratori. Nonostante numerosi confronti le centrali cooperative, pur avendo partecipato alle prime tre giornate del tavolo, non hanno firmato l’ipotesi di accordo ed auspichiamo che rivedano la loro posizione, perché questo settore ha particolarmente bisogno di tenere unita tutta la filiera della logistica”.

Oggi al cinema