04-05-2022 ore 16:27 | polocosmesi
di Giovanni Colombi

Progetto Go4cosmetics. Delegazione in visita alle aziende del Polo della Cosmesi

Nell’ambito del progetto Go4Cosmetics, ieri pomeriggio una delegazione formata da referenti di Regione Lombardia, Regione Centre Val de Loire, Cosmetic Valley France, Università italiane e francesi ha fatto visita ad alcune aziende associate al Polo della Cosmesi. La delegazione è stata accolta dal presidente Matteo Moretti negli stabilimenti di Lumson a Capergnanica, leader nello sviluppo e produzione di packaging primario per l’industria beauty e successivamente in quelli di MPlus Cosmetics, a Inzago, realtà specializzata nella creazione e produzione di color cosmetics conto terzi. I partecipanti hanno potuto così avere una piccola panoramica delle attività della grande filiera cosmetica che caratterizza la cosmetic valley italiana di cui Crema è il centro nevralgico e il Polo la sua espressione.

 

Sinergia fondamentale

Come spiega Moretti, “abbiamo aperto le porte delle nostre aziende ai nostri partner con grande entusiasmo. Con il nostro lavoro siamo di fatto ambasciatori del Made in Italy nel mondo e mostrare il livello di innovazione e ricerca che contraddistinguono le nostre realtà ci rende orgogliosi. L’appuntamento con Go4Cosmetics è uno dei tasselli del cammino che stiamo costruendo con impegno e fatica al fianco di Regione Lombardia proprio per rendere l’industria del beauty sempre più forte e importante in Europa. La sinergia con altre realtà come la nostra, i centri accademici e le istituzioni politiche è imprescindibile per potere andare avanti e realizzare progetti sempre più ambiziosi”.

 

Il progetto Go4Cosmetics

Lanciato ad ottobre a Parigi con la sottoscrizione dell’accordo di partenariato interregionale tra Lombardia, Region Centre Val de Loire, Cosmetic Valley e Sistema Cosmetico Lombardo del quale il Polo della Cosmesi fa parte (insieme a Rei-Reindustria Innovazione, Cosmetica Italia e Università italiane), si inserisce nel quadro delle “Piattaforme Tematiche Europee per la Strategia di Specializzazione Intelligente - S3”, promosse dalla Commissione Europea nel 2016 con lo scopo di assistere gli Stati membri e le Regioni nell’implementazione delle rispettive Strategie di Specializzazione Intelligente e facilitare processi di cooperazione interregionale tra regioni e Paesi. La collaborazione strategica ha l’ambizione di identificare e mettere in sinergia le capacità e risorse presenti nelle singole regioni partecipanti (molte altre hanno chiesto di prendere parte al partenariato) per creare soluzioni innovative e modelli di sviluppo competitivo, favorendo così la crescita e competitività del settore. I progetti presi in considerazione avranno tre focus: transizione verde, transizione digitale e rafforzamento della consapevolezza dei consumatori.

1908