01-08-2020 ore 15:08 | confartigianato
di Giovanni Colombi

Confartigianato imprese Crema. Assegni familiari, come presentare le domande

Il Patronato Inapa, l’Istituto Nazionale di Assistenza e di Patronato per l’Artigianato, della Confartigianato Imprese Crema informa che anche quest’anno è arrivato, per i lavoratori dipendenti, il momento di presentare la richiesta per gli assegni al nucleo familiare riguardanti il periodo dal 1 luglio 2020 al 30 giugno 2021.

 

“Per la richiesta degli assegni al nucleo familiare i redditi da considerare, per tutti i componenti del nucleo, sono quelli inerenti all’anno 2019 – ha dichiarato la responsabile dell’Ufficio Zonale Inapa della Confartigianato Crema Eleonora Bianchi – pertanto i documenti necessari sono la Certificazione Unica 2020 di tutti i percettori di reddito, rilasciata dal datore di lavoro relativa all’anno d’imposta 2019. Qualora i soggetti interessati abbiano presentato un dichiarativo fiscale, è indispensabile invece produrre la copia del modello 730/2020 – redditi 2019 oppure l’Unico/2020 persone fisiche – redditi 2019”.

 

“Per quanto riguarda la modalità di presentazione della domanda per gli assegni al nucleo familiare – ha continuato Eleonora Bianchi - già lo scorso anno l’Inps, con una propria specifica nota, ha comunicato che la richiesta deve essere effettuata esclusivamente in modalità telematica. Sempre in modalità telematica, il soggetto che percepisce gli assegni familiari, dovrà comunicare all’Inps eventuali variazioni del nucleo familiare o delle condizioni reddituali intervenute nel periodo di beneficio del contributo”

 

 

“Ci sono però delle casistiche per cui prima di procedere all’inoltro della domanda di assegni al nucleo familiare, bisogna preventivamente richiedere l’autorizzazione sempre all’Inps – ha specificato Paola Cazzalini, collaboratrice dell’Ufficio zonale di Crema – L’autorizzazione è necessaria nei seguenti casi:

- per i figli ed equiparati di coniugi/parti dell’unione civile legalmente ed effettivamente separati o divorziati/sciolti da unione civile o in stato di abbandono;

- per i figli del coniuge/parte dell’unione civile nati da precedente matrimonio;

- per i figli (propri o del coniuge/parte dell’unione civile) riconosciuti dall'altro genitore;

- per fratelli, sorelle e nipoti del/della richiedente orfani di entrambi i genitori e non aventi diritto a pensione per i superstiti;

- per i nipoti minori in linea retta a carico dell'ascendente (nonno/a) richiedente;

- minori affidati a strutture pubbliche in accasamento etero familiare;

- per familiari residenti all'estero di cittadino italiano, comunitario o cittadino straniero di Stato convenzionato;

- per i figli o equiparati studenti o apprendisti, di età superiore ai 18 anni compiuti e inferiore ai 21 anni compiuti, purché facenti parte di "nuclei numerosi", ossia nuclei familiari con almeno quattro figli o equiparati, tutti di età inferiore ai 26 anni;

- per familiari minorenni incapaci di compiere gli atti propri della loro età (se non sono in possesso di documenti attestanti il diritto all’indennità di accompagnamento);

- per familiari maggiorenni con inabilità assoluta e permanente a proficuo lavoro (se non sono in possesso di documenti attestanti l’inabilità al 100%).

Anche in questo caso la domanda deve essere presentata esclusivamente in via telematica all’Inps”.

 

“Quella legata all’Assegno del Nucleo Familiare è una delle tante attività che il nostro patronato svolge. Il nostro compito infatti consiste nell’assistere, tutelare e fornire consulenza in favore dei lavoratori dipendenti pubblici e privati, dei lavoratori autonomi, dei pensionati e dei singoli cittadini italiani o stranieri per il conseguimento di prestazioni previdenziali o assistenziali, comprese quelle in materia di emigrazione e immigrazione. – ha sottolineato Eleonora Bianchi – Il Patronato segue e riduce i tempi dell’iter burocratico delle pratiche, assiste per tutto il periodo che intercorre dalla data di presentazione alla liquidazione delle pratiche ed informa sul loro stato di lavorazione sino alla liquidazione.”
 

Per ulteriori informazioni e per la presentazione delle pratiche relative all’Assegno del Nucleo Familiare, è possibile rivolgersi all’Ufficio Zonale Inapa, previo appuntamento da fissare nelle giornate di apertura al pubblico, presso la sede della Confartigianato Imprese Crema, via IV Novembre, 121/123 (tel. 0373/87112) nelle giornate di lunedì/giovedì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 e mercoledì dalle ore 14.00 alle ore 17.00; oppure presso l’ufficio di Pandino, piazza Vittorio Emanuele III°, 2 (Tel. 0373/970436) il venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00.

1329
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi