01-05-2020 ore 12:03 | Economia - Sindacati
di Michele Mariani

Crema, Primo Maggio ai tempi del Covid19. La Camera del Lavoro ieri, oggi e domani

Un Primo Maggio vissuto sotto la cupa coltre dell’emergenza sanitaria diventa occasione per ricordare il ruolo cruciale che la tutela del lavoro ha avuto e continuerà ad avere nel mantenimento di un equilibrio sociale. A raccontare passato, presente e ipotesi di futuro della Camera del Lavoro di Crema quattro interventi d’eccezione: Felice Lopopolo, ex segretario CGIL, tenace sostenitore della necessità di una contrattazione sindacale; Angelo Noce, artista autore dell’opera murale “A ogni tempo ci sia dato di esserci” realizzato nel 1990 per l’inaugurazione della sede e della Sala Pertini; Elena Curci, membro della Segreteria Confederale, che pone l’ attenzione sulla crisi vista dall’interno degli uffici della CGIL, con tutte le conseguenze di un lavoro telematico incessante; Cinzia Fontana, assessore alle Risorse Economiche del comune di Crema, che riflette sulla necessità amministrativa di aggiornare la gestione di spazi, tempi e ammortizzatori per far fronte all’emergenza.

 

La Festa dei lavoratori

Il loro pensiero va a tutti quanti svolgono quotidianamente il proprio lavoro, con dedizione e rispetto. Il Primo Maggio è la Festa di tutti i lavoratori. Tutti, nessuno escluso. Tutte le riprese sono state eseguite nel rispetto delle norme e distanze di sicurezza; l’operatore, sempre provvisto di Dpi, ha usato un teleobiettivo.

3531