31-05-2024 ore 08:27 | Cultura - Crema
di Claudia Cerioli

Contributi alla Fondazione san Domenico, superato il traguardo del milione di euro

I contributi straordinari raccolti dalla fondazione san Domenico hanno superato il traguardo di un milione di euro. Sono 36 i progetti finanziati su 68 domande presentate in otto anni. La fondazione, guidata da Giuseppe Strada, nei mesi passati ha elaborato un complesso progetto che, oggi, coinvolge i giovani attraverso la rassegna musiche in abside e che, nei prossimi mesi, coinvolgerà la città in una serie di manifestazioni pensate e volute per celebrare i 25 anni dalla prima apertura del teatro san Domenico (27 novembre 1999). La fondazione Banca del Monte di Lombardia ha deciso di appoggiare queste iniziative e di elargire un sostanzioso contributo di 10.000 euro.

 

Appoggio della Fondazione Banca del Monte di Lombardia

Come dichiara il presidente Strada: “Non possiamo che ringraziare di questo successo la Fondazione Banca del Monte di Lombardia, in particolare, il suo presidente Mario Cera e la rappresentante del territorio cremasco Elisabetta Rotta-Gentile, per la sensibilità dimostrata nei confronti della vita culturale della città. Grazie anche a questo contributo, la fondazione san Domenico ha oggi superato l’ambizioso traguardo del milione di euro di contributi raccolti per i vari progetti presentati e finanziati in questi ultimi otto anni.”.

  

 Interventi strutturali

“Circa 520mila euro ci sono stati erogati per progetti di interventi strutturali che hanno permesso la sistemazione del teatro e l’adeguamento degli spazi della fondazione, in accordo con il comune di Crema. Per citare alcuni interventi: abbattimento delle barriere architettoniche, rifacimento degli impianti di sicurezza e antincendio, delle sedute e del palcoscenico che è ritornato ad essere ignifugo, installazione delle luci a led e il rifacimento delle coperture e dell’intero impianto di riscaldamento per il contenimento energetico e per l’abbattimento dei consumi. E manca ancora, tra gli interventi strutturali programmati, il finanziamento per il rifacimento del tetto della sala teatrale, la cui domanda di contributo è in fase di valutazione presso fondazione Cariplo.”

  

Arte e musica

“Il restante mezzo milione di euro ricevuti riguarda invece i progetti artistici e musicali. Citiamo, per esempio, il recupero del Mercato Austroungarico con il progetto Aperitivi in musica e altri spettacoli musicali all’aperto, le mostre organizzate dalla Fondazione, la valorizzazione artistica dei nostri giovani talenti musicali del Folcioni con la rassegna musiche in abside, interventi legati alla disabilità con la musicoterapia e l’arte terapeutica, investimenti per l’istituto Folcioni, quali la sistemazione dell’archivio storico e della biblioteca, la produzione di spettacoli teatrali, quali Matteo Bandello e Got Back Beatles. A evidenziare la crescita registrata dalla nostra Fondazione in questi otto anni basta un dato: siamo passati dalle circa 30 aperture teatrali annue di nove anni fa alle oltre 150 aperture di quest’anno”.

1522