29-04-2019 ore 18:12 | Cultura - Proiezioni
di Ramona Tagliani

Solo cose belle, il cremasco Marco Berta pronto al gran debutto sul grande schermo

Per insegnare a vincere la paura della diversità, Marco Berta si racconta nel film Solo cose Belle. Il quarantesettenne cremasco (vive a Sergnano), è tra i protagonisti della pellicola di Kristian Gianfreda in programmazione nei cinema di tutta Italia dal 9 maggio. Nel tempo libero ama leggere riviste e quotidiani, segue con passione lo sport ed è un grande tifoso della Juventus. Adesso si è cimentato - con successo - pure nella recitazione e anche se nella pellicola interpreta se stesso, la storia che racconta parla un po' di tutti noi, delle nostre paure e dei nostri pregiudizi.


Autenticità e allegria
Il personaggio interpretato da Marco Berta, senza mai far mancare autenticità e allegria, mette alla prova gli altri protagonisti, ponendoli di fronte alle sfide e alle risorse dell'accoglienza. “Il suo personaggio è stato costruito proprio sul base della sua personalità e il suo paese si è sempre stretto attorno a lui, proprio come la comunità della casa famiglia nel film”. Accanto a lui, oltre a due giovani attori emergenti – Recati e Navarra – anche tanti professionisti come Giorgio Borghetti, Carlo Maria Rossi e Barbara Abbondanza. A loro si è aggiunto Ciccio, un altro ragazzo disabile che vive in una casa famiglia della Comunità, la realtà fondata da don Oreste Benzi che ha ispirato la pellicola grazie alle sue strutture di accoglienza presenti in tutto il mondo.
 

Comunità Papa Giovanni XXIII
Solo cose belle nasce dalla lunga esperienza sul campo della Comunità Papa Giovanni XXIII, presente anche in Lombardia con diverse comunità terapeutiche, case di accoglienza, case famiglia, case per giovani e tante strutture per senza dimora. Queste realtà che da anni lavorano per diffondere i valori dell’inclusione sociale e per combattere l’emarginazione. Hanno lavorato alla pellicola, in scena o a supporto della produzione, sia attori professionisti sia persone della Comunità e figure che hanno un’esperienza pregressa in case famiglia o in altri progetti sociali: ex carcerati, ex prostitute, ex tossicodipendenti ed ex senza fissa dimora, nonché alcuni ragazzi con disabilità. Il film è stato presentato in anteprima a Rimini lo scorso 7 dicembre, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e verrà presentato in Senato il prossimo 7 maggio.

 

 

598
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi