29-02-2016 ore 15:44 | Cultura - Libri
di Gabriele Ornaghi

Christian Albini, L'arte della Misericordia. Il messaggio rivoluzionario del Vangelo

L’Anno Santo che stiamo vivendo ha fatto si che nelle librerie si siano moltiplicate le opere che hanno come tema, se pur da angolature diverse, la misericordia. Dall’opera di teologia sistematica del cardinal Kasper edito dalla Queriniana, all’analisi in cinque volumi editi dalla casa editrice San Paolo, diversi sono i volumi che si possono consultare per comprendere un tema tanto centrale nel Vangelo che è tuttavia scomparso o quasi dal lessico religioso contemporaneo.

 

L’arte della misericordia

É in questa analisi ed annuncio del tema della misericordia che si inserisce l’ultimo libro del teologo Christian Albini: L’arte della misericordia, edizioni Qiqajon. Docente di religione presso alcuni licei della città di Crema e direttore del Centro di Spiritualità della medesima diocesi, Christian Albini è editorialista per la rivista Jesus della società San Paolo e sul proprio blog Sperare per tutti. Nei suoi libri, fra i quali vogliamo ricordare L’umanità di Gesù: tra storia e fede, il teologo Albini cerca di comunicare all’uomo contemporaneo intrappolato nella propria quotidianità e nella crisi di valori che sembra non avere più fine, il messaggio salvifico e “rivoluzionario” del Vangelo.

 

La chiave di lettura

Ne L’arte della misericordia Christian Albini, diversamente da altri scrittori, non affronta solamente a livello “teorico” o esclusivamente “pratico” il tema della misericordia, ma partendo da una pagina evangelica cerca di mettere in luce come esso costituisca da un lato la chiave di lettura di tutto l’agire di Dio nella storia, dall’altro lato la chiamata e l’invito di Gesù per ogni uomo. L’episodio scelto è quello della prostituta (rimasta anonima) che si presenta nella casa del fariseo Simone, mentre Gesù e i suoi discepoli erano stati invitati da quest’ultimo per il pranzo (Lc 7:36-50). L’analisi che viene proposta al lettore è quella tipica, come afferma lo stesso autore, delle comunità monastiche: partendo dall’analisi testuale, si passa successivamente al livello antropologico, per giungere infine al piano spirituale e dunque alla domanda “che cosa mi dice Dio attraverso questa parola?”. Non dunque una “semplice lectio”, una spiegazione dei vari versetti, ma un’analisi profonda di una delle pagine evangeliche più commentate e per certi aspetti fraintese.

 

Logica umana

Nel suo commento il teologo Albini (nella foto a lato) mostra come la logica umana a volte fatichi a comprendere quella divina. Di fronte a Gesù che non si scandalizza dei gesti dell’anonima prostituta, che chinatasi gli lava i piedi con le proprie lacrime, ungendoli di profumo, si contrappone lo scandalo misto a disprezzo del fariseo Simone. Due piani diversi e distanti per comprendere la fragilità umana rappresentata dalla donna. Da un lato la legge e il rigore che ne consegue, rappresentati da Simone, dal lato opposto la misericordia e l’amore che perdona di Dio. In una società come la nostra al quale è estraneo il concetto di peccato-errore e a fatica comprende che cosa significhi misericordia-amore, l’Arte della misericordia si presenta come finestra aperta verso la riscoperta della propria umanità e del proprio rapporto con Dio. Il linguaggio semplice e diretto di Christian Albini costituisce un pregio, unitamente alle piccole dimensioni del volume che permettono di portarlo in tasca, così che ogni momento (dal viaggio in autobus, all’attesa dal medico) può diventare propizio per leggerlo e rispondere alla domanda: che cosa significa per me la misericordia di Dio?

923