29-01-2022 ore 19:52 | Cultura - Mostre
di Gloria Giavaldi

Italia-Cuba: in Pro loco la mostra fotografica che racconta e celebra un legame prezioso

Volti, scene di vita quotidiana, sorrisi e paesaggi. L'obiettivo della mostra ¡Que viva Cuba! è racchiuso nei soggetti ritratti: “valorizzare il legame dell'Italia e di Crema con un paese che non è fatto solo di bei paesaggi, ma ha dato prova di grande solidarietà” ha spiegato la coordinatrice del progetto Donata Ricci, anche membro del neonato circolo di Crema dell'associazione d'amicizia Italia Cuba. L'esposizione, allestita presso la pro loco di Crema fino al 6 febbraio, è stata inaugurata oggi. Erano presenti il sindaco di Crema Stefania Bonaldi, l'ambasciatrice designata (manca ancora l'ufficialità) di Cuba in Italia Mirta Granda Haverhoff, il presidente del locale circolo dell'associazione Italia Cuba Fausto Lazzari, Irma Dioli, già presidente nazionale dell'ente e Vincenzo Cappelli, presidente della Pro loco.

 

Amicizia preziosa

Come ha spiegato Bonaldi: “l'iniziativa è un piccolo segno di restituzione ad un paese che ci ha aiutato in un momento di massima emergenza. Quando i promotori mi hanno rivolto la proposta l'ho sostenuta di buon grado”. É un altro modo per dire grazie e per rafforzare l'amicizia con Cuba dopo l'intitolazione del piazzale antistante l'ospedale di Crema alla brigata Henry Reeve . “Siete venuti a salvarci oltreoceano – ha detto Bonaldi rivolgendosi alla prossima ambasciatrice -. Crema lo ha compreso e lo vuole dimostrare rafforzando i legami con Cuba. La vostra amicizia ci onora”. La mostra si compone di 47 scatti, alcuni dei quali in formato cartolina, selezionati tra i 150 pervenuti. Sono a cura di: Silvana Accossato, Marco Assanelli, Bradys Barrieras, Vito Massimiliano Bucci, Roberto Capelli, Chiara Capellini, Paolo Cattoglio, Alex, Corlazzoli, Beppe D'Alba, Marcello Ginelli, Renato Della Giovanna, Drappimauri, Carla Giacone, Bruno Lucchini, Ferdinando Maiorino, Fernando Luis Maiorino, Luis Enrique Maiorino, Daniel Ernesto Martinez, Giovanni Moglia, Emanuela Nichetti e Pino Secchi.

 

Gesto naturale

Per Fausto Lazzari : “questo secondo appuntamento è l'occasione per alimentare conoscenza tra due realtà diverse, ma unite da un profondo legame e da una profonda solidarietà”. L'intento del circolo cremasco è quello di “farsi conoscere per alimentare amicizia”. L'ambasciatrice designata ha ricordato come “a livello nazionale l'associazione sia attiva da 60 anni e questo legame si tramanda da tempo”. Quanto all'aiuto prestato dai medici cubani ai cremaschi: “è stato un gesto naturale, normale che sia stato fatto”. La mostra sarà visitabile fino al 6 febbraio tutti i giorni dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.

1018