26-12-2018 ore 17:20 | Cultura - Mostre
di Alessio Rosin

Soncino, 'Ya-hua'. La forza essenziale della natura in mostra al museo della stampa

L'essenziale diventa autentico, la delicatezza è forza e la natura si fonde con lo strumento tecnico che la immortala: questa è Ya-hua, la rarefatta botanica, personale dell'artista piacentina Antonella Signaroldi, inaugurata a Soncino lo scorso 8 dicembre e visitabile fino al 6 gennaio. L'universo botanico viene preso come modello per una esposizione che, attraverso monotipi ed incisioni, coniuga l'alto livello tecnico ad una poetica della natura originale e polisemica, in cui le contrapposizioni sembrano svelare significati.

 

Il rapporto tra uomo e ambiente

Come spiega l'artista (nell'immagine in basso), “nei monotipi la delicatezza delle piante morenti contrasta con la forza dei segni presenti nella matrice che ho utilizzato, la pressione del torchio calcografico rischia di distruggere la pianta senza un'adeguata calibratura”. Il perfetto equilibrio che emerge dai lavori dell'artista piacentina sembra rappresentare un'efficace metafora del rapporto tra uomo e ambiente, trasformando questa esposizione in un racconto corale in cui le opere, a più voci, compongono un mosaico variopinto e uniforme.

 

Incisione 'verde' e sostenibilità

Le tecniche di incisione 'verde' utilizzano materiale di recupero come il Tetra Pak, che spesso costituisce la matrice, e ciò rende Ya-hua un evento artistico innovativo e di grande rilevanza per il messaggio di sostenibilità ambientale intrinseco nella sua realizzazione. Il Museo della Stampa, che per gli storici trascorsi si rivela la location ideale per mostre di maestri incisori, contribuisce a rendere Soncino sempre più un riferimento artistico sul territorio. “È a Soncino che ho esposto la mia seconda personale – sottolinea Signaroldi – ho ritenuto che fosse appropriato tornare in questo bellissimo museo per concludere un ciclo artistico per me così significativo”.

86
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato