26-10-2017 ore 10:45 | Cultura - Crema
di Diego Meis

La luce splende nelle tenebre. La Chiesa ortodossa in mostra tra fede e persecuzione

Dal 26 ottobre al 4 novembre l’auditorium Manenti di Crema ospita La luce splende nelle tenebre, una mostra per raccontare la storia della Chiesa Ortodossa tra fede e persecuzione. Presentata in anteprima al meeting di Rimini nel 2013, l’esposizione giunge a Crema in occasione del centenario della rivoluzione russa (1917-2017). L’inaugurazione è fissata per il giorno giovedì 26 ottobre alle ore 21, con la partecipazione di nonsignor Francesco Braschi, dottore della Biblioteca Ambrosiana e di Russia Cristiana. Venerdì 3 novembre si terrà invece la conferenza conclusiva a cura del professor Adriano Roccucci, docente ordinario di storia presso l’Università degli Studi Roma Tre. L’evento è patrocinato dal Comune di Crema è organizzato dalla Commissione per l'ecumenismo della diocesi di Crema in collaborazione con la parrocchia ortodossa russa San Pantaleone di Crema, il gruppo Amici di Taizé, il Centro culturale cremasco Stefan Wyszynski. Ingresso libero.

 

Cent’anni di storia ortodossa

Attraverso la vita e il sacrificio dei martiri, la mostra ripercorre la storia della Chiesa ortodossa russa negli anni della persecuzione sovietica: la rivoluzione del 1917, il Patriarcato e il Concilio locale, il trionfo del secolarismo militante, il periodo del Grande Terrore e infine il concordato con il potere e la Chiesa che contraddistingue gli ultimi 20 anni di storia. Un percorso difficile e doloroso, che caratterizza il  XX secolo esteuropeo e ricorda a tratti le persecuzioni che hanno caratterizzato i primi secoli del Cristianesimo. Testimone e vittima consapevole, la chiesta ortodossa russa è rimasta una "Luce nelle tenebre" continuando il proprio percorso, radicata nell’animo della sua comunità.

Oggi al cinema