25-12-2018 ore 20:21 | Cultura - Arte
di Leonida

Alice nella città. Luna racconta, personaggi al confine: sogni, suggestioni e autobiografia

Lo spettacolo teatrale di domenica sera, sul palco di Alice nella città a Castelleone, si è rivelato essere una di quelle situazioni che fanno ben sperare per il futuro. Tre giovanissimi attori (Lavinia Seresini, Greta Nembri e Gianmarco Severgnini) hanno messo in scena una pièce originale, scritta a otto mani con la regista Linda Confalonieri, attrice che abbiamo visto attiva negli ultimi anni prevalentemente con il duo di teatro di strada e di ricerca Limen Teatro. Lo spettacolo, Luna Racconta ha seguito un filo poetico e introspettivo, fatto di riflessioni che hanno rivelato tutto il percorso di crescita artistica ed umana dei protagonisti. Affiatatissimi e preparati, i tre attori hanno portato in scena personaggi sul confine dell'autobiografia, indaffarati a svolgere un’intricata matassa di sogni e suggestioni. Come riportato nelle note di scena, la performance rappresenta l’inizio di un continuo processo di evoluzione e formazione che i giovani protagonisti stanno intraprendendo nel contesto della loro scuola di teatro e danza, Nouveau Danse Etoile, di Castelleone. Vedere in scena Luna Racconta ha riportato chi scrive a un periodo vitale e fecondo per il teatro locale che, a cavallo tra gli anni novanta e duemila, ha prodotto individualità artistiche che ancora oggi sono attivissime e in circolazione. Immaginare un nuovo movimento teatrale fondato sui giovani resta l'auspicio migliore che si possa lasciare dopo una serata come questa.