24-07-2018 ore 10:48 | Cultura - Dialetto
di Marilisa Cattaneo

Casale Cremasco. Tre fiabe in dialetto e tante risate nel cortile della cascina Lavezzi

Tre fiabe che si intrecciano e danno vita ad una commedia dialettale esilarante: grande successo alla cascina Lavezzi di Casale Cremasco in occasione della rassegna culturale Estate in riva al Serio. Sabato sera la compagnia teatrale Adess riom dell’oratorio di Romanengo ha messo in scena una rappresentazione satirica in dialetto cremasco. Gli attori si sono cimentati nell’interpretare i personaggi delle fiabe che popolano la fantasia dei più piccoli introducendo elementi nuovi e originali. In Cappuccetto rosso una coraggiosa nonna mangia il grasso lupo, in Cenerentola la scarpetta di cristallo è in realtà una ciabatta di cuoio e il principe azzurro non bacia la graziosa Biancaneve, bensì la strega cattiva.

 

Prossimo appuntamento

Muovendosi da un bosco abitato da un cacciatore sempre ammalato ad un castello in cui fervono i preparativi per un grande ballo, i vari personaggi si sono incontrati nello studio di un medico dalle dubbie competenze che ha prescritto farmaci decisamente alternativi. Lo spettacolo è stato interamente scritto e diretto dagli attori stessi, in particolare da Elio Piloni affiancato da Federico Oneta, Daniela Grosso, Stefania e Cristina Fortini, Davide Valesi, Daniele Facchinetti, Chiara Maikin, Nazarena Piloni e Laura Lucini Paioni. Il prossimo appuntamento con la rassegna casalese è fissato per sabato 28 luglio in piazza del comune con i brani tratti da alcune operette.

Oggi al cinema