24-01-2018 ore 14:32 | Cultura - Manifestazioni
di Lidia Gallanti

Carnevale cremasco, il conto alla rovescia. Quattro domeniche di festa e tante sorprese

Quattro domeniche, cinque carri giganti, centinaia di figuranti e tanta voglia di divertirsi. Il Gran carnevale cremasco torna in città con una trentaduesima edizione tra tradizioni consolidate e sorprese per grandi e piccini. Stamattina il comitato organizzatore ha presentato il programma.

 

L'inaugurazione
“La prima sfilata sarà domenica 28 gennaio in centro storico, gratuita e aperta al pubblico” ha spiegato il presidente del comitato Eugenio Pisati: “la festa inizia sabato 27 gennaio al san Domenico. Alle ore 21 il sindaco Stefania Bonaldi ci consegnerà le chiavi della città; a quel punto saremo autorizzati a trasformare Crema in un luogo fantastico”. Seguirà il concerto dell’orchestra di fiati Il Trillo. Formula riconfermata per le tre domeniche successive: 4, 11 e 18 febbraio. Dalle 14.30 nel circuito di porta Ombriano sfileranno carri allegorici, gruppi folkloristici, ballerini, majorettes e artisti da tutta Italia.

 

Grandi carri, qualche anticipazione
I cinque carri, costruiti dai gruppi storici, saranno lunghi 18 metri. Tre sono realizzati dai Barabèt: Spirito guerriero, ispirato al tema della solidarietà verso chi fugge dalla guerra; Istinto animale, in questo caso la giungla è la metafora usata per parlare della violenza e Belli come il sole, che lancia un messaggio positivo votato alla realizzazione di un mondo migliore. Gli Amici hanno costruito Fiato alle trombe, un carro animato da figure tra fiaba e fantasia, mentre i Pantelù, attraverso La dolce vita di Federico Fellini, raccontano gli anni della gioventù bruciata e celebrano la gioia delle piccole cose. Il carro del comitato organizzatore è dedicato al Moulin Rouge e animato dal musical della compagnia teatrale Viavai. Alla festa partecipa anche CremacomX, con un allestimento a tema e la musica del gruppo SteamPunk.

 

Mercatini, laboratori e tour guidati
Riconfermati i mercatini in centro storico, dalle 10 alle 19 per le quattro domeniche di festa. Saranno in tutto un’ottantina di espositori con oggetti di artigianato, specialità gastronomiche locali e nazionali, sarà inoltre allestito un punto ristoro con i tortelli cremaschi. Non mancheranno l’isola dei bambini, il trenino, i burattini e tanti laboratori per conoscere le maschere e scoprire i segreti della cartapesta. La Pro loco organizzerà visite guidate in città. Il raduno dei camperisti è programmato da venerdì 9 a domenica 11 febbraio.

 

Carnevale a fumetti
Novità assoluta, il Carnevale cremasco diventa un fumetto: il collettivo Gatacornia Comics ha realizzato per l'occasione Il manuale del Carnevale, per raccontare la costruzioen dei carri allegorici attraverso immagini divertenti e colorate. Il protagonista è il Gagèt, storica maschera locale ispirata alla figura del contadino cremasco che, "troppo impegnato con il lavoro in cascina, si affida al suo ochèt - l'inseparabile oca - per costruire i carri da parata". Per scoprire cosa succede basta sfogliare le pagine del fumetto, distribuito durante le quattro domeniche.

 La redazione consiglia:

cronaca - Crema
La giunta comunale ha concesso il patrocinio gratuito e l’utilizzo del logo comunale all’edizione 2018 del Carnevale cremasco. In particolare domenica 28 gennaio si svolgerà un...
cronaca - Crema
Una cabriolet fiammante, una coppia spensierata e la voglia di festeggiare la vita, La bella vita. Si chiamerà così il grande carro costruito dal gruppo Pantelù in occasione del...
Oggi al cinema