22-02-2023 ore 19:00 | Cultura - Storia
di Andrea Galvani

Insula Fulcheria, Premi presenta il nuovo corso: innovazione nel segno della tradizione

“Un grande onore, accompagnato dall’entusiasmo per la sfida”. Così Nicolò Premi, all’esordio in veste di direttore di Insula Fulcheria. Lusinghiera la presentazione dell’assessore alla cultura Giorgio Cardile e del sindaco Fabio Bergamaschi, “curiosi” di vedere la nuova redazione al lavoro. Per la rivista fondata nel 1962, a palazzo comunale il nuovo corso si apre con “aspettative importanti”. L’incarico al nuovo direttore si fonda “su un curriculum di alto profilo” e sulla “stima di studenti e colleghi nei confronti del professor Premi”. Classe 1991, docente di discipline letterie al Galilei di Crema, professore a contratto di filologia romanza dell’Università di Verona, cultore della materia in filologia e linguistica romanza presso la facoltà di lettere e filosofia della Cattolica di Milano e Brescia. Dal 2021 segretario della Società storica cremasca.

 

Una guida vincente”

Cardile ha sottolineato che “la nomina del professor Premi risponde alla necessità di trovare una figura che avesse non solo un eccellente curriculum, certificato da prestigiosi ruoli in ambito accademico, ma che un legame con le scuole del territorio. Già inserito nel tessuto dell’associazionismo culturale cittadino con la Società storica cremasca e collaboratore di riviste scientifiche importanti, il profilo del professor Premi garantirà una guida vincente tra tradizione e innovazione”.

 

Anvur

Insula sarà rinnovata seguendo la tradizione. L’obiettivo primario, tanto importante quanto ambizioso, ha spiegato Premi, è il riconoscimento dell’Anvur, l’agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca: la classificazione nelle riviste scientifiche di classe A consentirebbe ad Insula di ottenere l’abilitazione scientifica azionale e di attrarre studiosi di grande rilievo. La città, il territorio ed il patrimonio cremasco offrono molteplici occasioni di approfondimento.

 

Tradizione e multimedialità

Premi ha confermato il mantenimento della pubblicazione cartacea, con una implementazione dei linguaggi multimediali. Verrà realizzato un sito internet dedicato alla rivista e sulla scorta della positiva esperienza del Museo civico di Crema e del cremasco, aperto anche un canale YouTube. La redazione si conferma “aperta ad ogni contributo”. Nelle prossime settimane verrà adottato il codice etico e si procederà alla definizione dei dettagli. Il lavoro è molto, l’entusiasmo e la preparazione non mancano. Prosit.

2034