21-10-2021 ore 20:12 | Cultura - Musica
di Leonida

Alice nella città. Spazio alla community music: prima la ‘jam’, la sera dopo il ‘live’

Dalle anteprime al vero e proprio inizio stagione il passo è breve. Alice nella città venerdì 22 e sabato 23 ottobre proporrà il secondo appuntamento della sua stagione 2021-2022, co-finanziata da Fondazione Cariplo, secondo appuntamento dedicato alla sezione tradizionalmente di maggior richiamo, la musica. Come anticipato nelle scorse settimane, quest’anno l’associazione non propone un cartellone tradizionale. Balza all’occhio il fatto che ogni artista ritorni in due serate consecutive, una prima riassunta dalla parola chiave ‘jam’ e una seconda puramente ‘live’.

 

Il programma

Il sistema proposto è quello di brevi residenze artistiche attraverso le quali gli artisti invitati sono chiamati ad immergersi nella community dei musicisti residenti condividendo con loro il palco nella prima serata per poi prodursi in un live esclusivo nella successiva. Secondo questa logica, i primi due gruppi ospiti sono due band molto legate all’associazione, ovvero The Big Lips (che si sono esibiti in occasione dell'apertura dell’8 ottobre) e Freeway Jam, chiamate da Alice per consolidare il nutrito gruppo di musicisti che ruotano intorno agli spazi storici di Castelleone. Andando avanti nei mesi arrivano invece gli ospiti esterni e che ospiti. Si parte da Enzo Rocco e dall’improvvisazione. Si prosegue in pieno novembre col duo milanese Alberto Turra e Stefano Grasso mentre a dicembre tocca a Guido Bombardieri, Marco Pasinetti e, in chiusura di trimestre, Kalifa Kone, percussionista maliano dalle collaborazioni stellari con Oumou Sangare, Gianluca Petrella e Paul Chandler.

 

Fusione e funky

Torniamo a venerdì e sabato. Alle 21 si esibiranno i Freeway jam, tra funky e fusion, con un nuovo album in arrivo nel 2022: il quintetto è formato da Luca Gramignoli alla chitarra, Renzo Marchetti alla batteria, Davide Pavesi alle tastiere, Fabio Fumagalli alle percussioni e Danilo Somenzi al basso e voce. Quello di Alice è sicuramente un esperimento inusuale e curioso, cui presteremo attenzione nel corso dei mesi e che sarà facile seguire anche tramite strumenti online quali le dirette facebook e i podcast, questi ultimi sbarcati sulle principali piattaforme di distribuzione la scorsa settimana. Ingresso gratuito con tessera Arci in corso di validità.

739