19-05-2024 ore 16:34 | Cultura - Manifestazioni
di Claudia Cerioli

Italiano o dialetto, la poesia gode di ottima salute. A Montodine premiati giovani e adulti

Il comune di Montodine, con la consigliera delegata Maria Giovanna Severgnini, ha assegnato i riconoscimenti del diciottesimo premio letterario. Hanno fatto parte della giuria: Raffaele Grasselli, Victoria Tarenzi e Cinzia Carotti. Nella sezione dedicata al dialetto cremasco, per la categoria giovanissimi, ha trionfato Tommaso Franzoni con ‘Quant sarò grand’. Nella fascia giovani ha vinto Sara Antonia Montaresi con ‘Me zia’. Nella fascia adulti la prima in classifica è stata Andreina Bombelli con ‘Speransa ’n dal dumà’. I segnalati sono: Luisa Benelli con ‘L’era mia una roba bela’ ed Ersilio Tolasi con ‘La tera da me pupà’.

 

La sezione in italiano

Il concorso letterario ha previsto anche una sezione in lingua italiana. La fascia giovanissimi, fino agli undici anni, ha premiato Greta Capone con ‘Di tutto e di più’. Nei giovani si è imposto Alessandro Carioni con ‘Sovraffollamento mentale’. Tra gli adulti ha trionfato Giuseppe Mandia con ‘A mio padre’. I segnalati sono: Walter Palazzo con ‘il battito del cuore, la presa delle mani’ e Davide Rocco Colacrai con ‘c’era una volta una figlia, c’era una volta una madre a Marcella, dedicata’.

 

Ricerca e profondità

Soddisfatta del buon esito del concorso, la consigliera Severgnini. Nel suo intervento ha rimarcato: “hanno voluto gratificarci con la loro partecipazione autori di varie regioni d’Italia a conferma che l’amore per la poesia ha una diffusione capillare su tutto il territorio e in tutte le fasce di età, questo era in vero nelle nostre speranze. Parlando di luoghi comuni ci vogliono far credere che i giovani sono distanti dalla forma d’arte poetica, ma il nostro concorso ancora una volta vede l’entusiasmo di tantissimi adolescenti e giovani appassionati di poesia. Il commissario di giuria ha dichiarato: “Abbiamo riscontrato anche una notevole qualità dei componimenti in particolare abbiamo notato, e premiato, le poesie con una profonda ricerca di linguaggio, la raffinata presenza di metafore e la preziosità lessicale segno di una approfondita conoscenza delle strutture poetiche.

2856