16-11-2023 ore 09:24 | Cultura - Incontri
di Giulia Tosoni

Straordinari nell'ordinario. Storie di ordinaria normalità, contro lo stereotipo della disabilità

Si svolgerà sabato 18 novembre alle ore 21 presso la sala Pietro Da Cemmo nel complesso museale sant’Agostino Straordinari nell'ordinario. Storie di ordinaria normalità promosso dal comitato Crema zero barriere. S’inserisce nel festival dei diritti 2023 ed è stato realizzato in collaborazione con Csv lombardia sud, la Consulta giovani e l’associazione Over limits. La missione è quella di rafforzare il percorso di sensibilizzazione intrapreso dal comitato Crema zero barriere, volto a sradicare tutte le barriere non solo quelle architettoniche, sensoriali, intellettive, relazionali, ma sopratutto quelle mentali e culturali ancora più difficili da superare.

 

Oltre lo stereotipo

Le persone con disabilità sono spesso vittime di stereotipi dai quali germoglia la discriminazione. Il comitato Crema zero barriere vuole andare oltre la rappresentazione stereotipata in cui le persone con disabilità sono viste in due polarità opposte: i ‘supereroi’, che compiono imprese straordinarie anche per chi non ha disabilità e i ‘poverini’ che sono oggetto di assistenza senza ricoprire ruoli attivi nella società. Straordinari nell'ordinario vuole mettere in evidenza la marea di persone con disabilità che non si fermano a ciò che non possono fare ma, si concentrano su ciò che possono ancora fare, senza essere considerati ‘persone speciali’ da trattare in modo speciale, ma semplicemente essere persone con limiti e pregi come chiunque.

 

Musica, libri e parole

Sabato 18 novembre si alterneranno testimonianze di persone con disabilità a momenti musicali con la partecipazione del cantautore vaianese Benedetto Alchieri, che nel 2020 ha scritto la canzone Zero barriere ispirata al comitato stesso, con la quale è approdato agli eventi collaterali del festival di Sanremo. Verranno letti anche dei brani tratti dal libro È facile parlare di disabilità (se sai davvero come farlo) dello scrittore Iacopo Melio. Un libro che insegna a prestare maggiore attenzione alle parole che si usano, perchè le parole possono abbattere o innalzare muri e sono in grado di influenzare il modo di pensare.

 

Si può fare

Ciascuno di noi è diversmente abile, c'è chi eccelle in un’attività e chi non la sa fare, chi sa cantare e chi no, chi è sportivo e chi no, chi è bravo in matematica e chi no. Quest'anno il motto del festival dei diritti è Si può fare ed è ciò che il comitato Crema zero barriere si propone. Si può fare opera di sensibilizzazione e far cadere tutti gli stereotipi che ancora accerchiano la disabilità.

1607