15-12-2020 ore 16:35 | Cultura - Libri
di Gloria Giavaldi

'Crema curiosa', il volume della Fondazione San Domenico, racconta i segreti della città

Una passeggiata per esplorare le bellezze di Crema e dintorni, conoscere la storia, innamorarsi dei personaggi e capire di avere meraviglie ad un passo. Questa è Crema Curiosa l'ultima pubblicazione della Fondazione San Domenico, presentata presso la Pro loco di Crema, curata da Carlo Solzi. Il sottotitolo ne racconta l'essenza: Storie di madonne, santi e cavalieri. Ne tace i dettagli, che vengono lasciati alla scoperta del lettore in questo viaggio avventuroso fatto di parole, immagini, miracoli, silenzio, amore, arte e magia. “L'iniziativa – spiega il presidente della Fondazione San Domenico – Giuseppe Strada – dà continuità al progetto Alla ricerca dei tesori d'arte nascosti, che da 5 anni ci consente di recuperare giacimenti d'arte e di storia del nostro territorio, di norma non accessibili al vasto pubblico perché appartenenti per lo più a collezionisti privati”. Crema Curiosa è l'ideale prosecuzione della mostra e ricerca storica Crema Veneziana, che ha riscosso un notevole successo con oltre 10mila visitatori e ben due ristampe del volume. “Con questa pubblicazione – continua Strada – vogliamo donare un po' di leggerezza, prendiamo per mano i cittadini cremaschi od i turisti e li conduciamo alla scoperta dei luoghi della nostra città. È bello sapere che ogni angolo racconta una storia, un miracolo, un personaggio”. Non esistono limiti temporali: “I racconti spaziano dal 1200 ai nostri giorni” e attraversano i luoghi più celebri di Crema e del Cremasco: da via Ponte Furio al Duomo. Poi si attraversano vicoli, borghi, paesi per chiudere in piazza Garibaldi, dove un tempo sorgeva il Castello di Porta Serio, oggi sede della Banca cremasca e mantovana.

 

Valorizzare il territorio

Il progetto è cofinanziato da Regione Lombardia e reso possibile grazie al contributo della Banca cremasca e mantovana “La mostra collegata al volume si terrà in primavera presso gli spazi della Fondazione San Domenico. Ora, però, ci sembrava opportuno presentare il catalogo e regalare una piccola anteprima presso la Pro loco” spiega Strada. Per il presidente della Pro loco Vincenzo Cappelli “l'iniziativa si inserisce in una splendida opera di valorizzazione del territorio. Per questo la Pro loco è ben felice di supportarla. Speriamo questa anteprima possa piacere. A mio avviso può fornire suggestioni per creare itinerari cittadini interessanti”. Nel volume si alternano nomi di giornalisti e scrittori cremaschi a firme meno note, ma che comunque raccontano la passione per la storia della nostra città. “ È stato emozionante contribuire alla realizzazione di questo volume” spiega Carlo Solzi. “Ho incontrato persone, conosciuto storie: ora anche io che non sono originario di Crema ne conosco i segreti. Per questo penso possa essere un volume interessante per tutti i cittadini cremaschi. Curata graficamente da Davide Severgnini, “Crema curiosa ha richiesto un importante lavoro di ricerca iconografica. Ma ne è valsa la pena: il risultato è interessante e curioso, per l'appunto”. Il volume è acquistabile al costo di 25 euro presso la Fondazione San Domenico, la Pro loco e le librerie cittadine.

2552

 La redazione consiglia:

cultura - Mostre
Prosegue fino al 26 gennaio la mostra Crema veneziana presso gli spazi espositivi della Fondazione san Domenico. In tanti, cremaschi e non, hanno visitato l'esposizione che vede opere di Lucini,...
cultura - Mostre
"Crema era una piazzaforte veneziana che dominava una piccola isola di terraferma completamente circondata dal territorio del Ducato di Milano". E così per 350 anni, dal 1449 al...
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno

SPAZIO ALLE ASSOCIAZIONI


polocosmesi confartigianato