14-01-2014 ore 12:49 | Cultura - Musica
di Rebecca Ronchi

Offanengo, la rivisitazione di Cenerentola in forma di musical ironico convince il pubblico di “A teatro perché no?”

Pubblico caloroso ad Offanengo per C’è Nerentola?, lo scorso 11 gennaio al quarto appuntamento di A teatro? Perché no! Il musical era portato in scena dall’associazione Icona di Torino, facendo, come ovvio dal titolo, il verso alla celebre fiaba di Cenerentola. Scritto da Massimo Ferrarotti, per la regia di Duilio Brio.  Qui Cenerentola è fanciulla dalle movenze fiabesche ma canzonatorie, il Principe Azzurro è un bamboccione, con un cuore tatuato sul tricipite e il cavalluccio a dondolo ancora in camera, mentre la matrigna e le sorellastre sono il meglio dei locali notturni.

 

Il musical

Le canzoni, poi, sono tutte modificate su note canzoni: così Perdere l’amore diventa Perdere la scarpa, Renato Zero ora canta Nerentola no, non l’avevo considerata, la protagonista può finalmente cantare Mamma mia, io mi sposerò e al ballo le gran dame si scatenano sulle note di Michael Jackson. In scena dal 2012, dopo una preparazione di due anni, il musical è alla sua 19esima replica e, vista la risposta entusiasta del pubblico offanenghese, il motivo è chiaro: C’è Nerentola sorprende e diverte.

 

La Compagnia

Quella adottata da Icona, di cambiare le parole a canzoni note, è una pratica degli anni ’60, si pensi al Quartetto Cetra, ma sempre in voga: funziona ancora per i Gem Boy con Cristina D’Avena e per gli Oblivion nel raccontare I Promessi Sposi in 10 minuti. È questa la strada intrapresa anche dall’Associazione, fondata nel 1997, che dopo la riproposizione di musical famosi, come Seconda stella a destra, West side story, Il Sogno di Giuseppe e Forza venite gente, dal 2010 si è data all’inventiva.

 

Ancora una fiaba

Il presidente Icona Massimo Ferrarotti, ha anticipato: “Sull’onda di C’è Nerentola?, stiamo già lavorando al prossimo allestimento, sempre una fiaba, con coreografie e arrangiamenti più complessi e maggiore spazio alla rielaborazione della storia originale. Debutto previsto: primavera 2015”. Prossimo appuntamento ad Offanengo con La bella e la bestia.

Oggi al cinema