12-09-2017 ore 14:52 | Cultura - Itinerari
di Francesco Ferri

Sistema museale fra Serio e Oglio. Focus sulla grande guerra e i cambiamenti locali

La grande guerra: le testimonianze, il rapporto con i movimenti culturali ed artistici, le ripercussioni sulla vita quotidiana, la riflessione sugli eventi, le trasformazioni indotte nel tessuto sociale e nei modi di vita. Questo è il tema che caratterizza l’annuale attività del Sistema museale arte cultura storia fra Serio ed Oglio. Come spiegato dal coordinatore Francesco Pagliari, “per divulgare le conoscenze e il patrimonio museale vengono proposti percorsi didattici, collaborazioni con enti e scuole e un coinvolgimento sempre maggiore delle fasce di pubblico”.

 

Musei e territorio

L’opera di integrazione tra musei e territorio ha contraddistinto l’attività del 2016. L’attenzione è stata rivolta al “valore della memoria, al ruolo di salvaguardia e trasmissione del patrimonio culturale locale alle generazioni future”. Il progetto per il 2018 è “riflettere sul settantesimo anniversario della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo che sancisce l’uguaglianza e la parità di opportunità offerte alle persone. Verranno sviluppati i temi riguardanti l’inclusione di ogni tipo di pubblico attraverso la sensibilizzazione socio culturale per eliminare le barriere, fisiche, percettive e culturali”.

 

Specificità ed esperienza

Il  Sistema museale è stato costituito nel 2009 per creare un itinerario conoscitivo nel territorio, attraverso la valorizzazione delle specificità, dell’esperienza e della competenza dei singoli musei. Al progetto aderiscono i musei della Stampa e del Risorgimento di Soncino, della civiltà contadina di Offanengo, d’arte e cultura sacra di Romano di Lombardia, dell’arte molitoria di Madignano,  il gruppo di ricerca archeologica Aquaria di Gallignano, la collezione velocipedi e biciclette antiche di Soresina e la stanza egizia di palazzo Turina a Casalbuttano.

Oggi al cinema