12-05-2018 ore 14:53 | Cultura - Mostre
di Lidia Gallanti

Crema. Il secondo prima di mezzanotte, la fine del mondo è una mostra in sala Agello

Tredici giovani artisti hanno provato ad immaginare il mondo poco prima della sua fine. Un secondo prima di mezzanotte, dove lo scoccare dell’ora richiama l'incertezza che caratterizza l'attesa dell'ignoto. Sabato 12 maggio alle 18 il museo civico di Crema inaugura la seconda esposizione selezionata tramite il bando under 35 promosso dall’assessorato alla cultura del Comune per dare spazio all’arte contemporanea.


Un secondo 'alla fine de mondo'

Protagonisti gli studenti dell’accademia Carrara di Bergamo coordinati dal docente Ettore Favini. Negli scorsi giorni hanno completato l'allestimento delle sale Agello, dedicate al progetto CCSA Contemporaneo. L’idea richiama il Doomsday clock, l'orologio dell'Apocalisse, modello statistico teorizzato nel 1947 da un team di studiosi di Chicago. Un tentativo di calcolare il tempo mancante alla fine della modernità post bellica, oggi ripreso e tradotto in arte con una serie d’installazioni e opere grafiche. La collettiva rimarrà visitabile fino a domenica 27 maggio. Ingresso libero.

6

 La redazione consiglia:

cultura - Mostre
Tre mostre, oltre venti artisti under 35 e tantissime idee per trasformare le sale Agello del sant'Agostino in una galleria internazionale. Ottima partecipazione per la prima edizione del bando...
cultura - Arte
Il Museo civico di Crema e del Cremasco inaugura la primavera con tre collettive e due personali, tutte under 35. Ottimo esito per il bando promosso lo scorso autunno per selezionare progetti...
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato