11-02-2019 ore 10:33 | Cultura - Arte
di Alessio Rosin

Soncino, successo per ArteDesignImpresa. Accademia e aziende innovano il design

Quasi un anno di lavoro, 15 artisti coinvolti, 35 opere realizzate e otto aziende del territorio coinvolte. Sono questi i numeri di ArteDesignImpresa, l'attesissimo evento svoltosi domenica a Soncino che ha registrato una straordinaria affluenza di pubblico. “L'accademia di Brera è un marchio d'eccellenza dotato di contenuti importanti – ha affermato il sindaco Gabriele Gallina durante l'inaugurazione - quella di unire le aziende del territorio al mondo dell'arte è stata un'intuizione notevole che abbiamo deciso di sostenere con orgoglio”. Il discorso introduttivo, durante il quale sono state ringraziate le aziende che hanno sponsorizzato e preso parte al progetto, è stato tenuto dall'amministrazione comunale, rappresentata dal primo cittadino e dall'assessore alla cultura Roberta Tosetti, promotrice dell'evento, e dal comitato organizzatore.

 

Un percorso innovativo

“La spontaneità e l'entusiasmo dei giovani studenti rappresentano la forza di Brera” con queste parole Gianni Maccalli, direttore artistico e docente presso l'accademia d'arte ha inaugurato ArteDesignImpresa, evento innovativo capace di unire l'arte e il mondo delle aziende in uno spazio di design, attraverso una nuova concezione dei processi produttivi e un diverso riutilizzo dei materiali di lavoro. L'itinerario della mostra è stato allestito in tre colori diversi, corrispondenti a linguaggi che permettono di dialogare con l'opera. “Il giallo di In Primis, il blu di Meteore e il verde di Confini sono percorsi che si incrociano - prosegue Maccalli - le mostre sono trasversali e i linguaggi rappresentano percorsi creativi in cui pittura, scultura e design divengono un tutt'uno”.

 

Lavori originali dal sapore avanguardista

L'allestimento delle opere nella sala ciminiere ha decisamente colpito il pubblico, presentando lavori originali e dal sapore avanguardista. Oggetti di moderno design posano accanto a televisori vintage e pezzi in legno. Costruzioni in laterizio e sezioni di interni contrastano l'astrattismo di manufatti multicolore e istallazioni dalla grande forza evocativa coniugano un'arte puramente estetica ad una interattiva, permettendo ai fruitori dell'opera di sperimentarne la creazione. “È un evento di realtà - spiega il professor Mauro Afro Borella, product design della mostra - un'esperienza unica che permette di unire territorio, accademia e aziende, mettendo in moto le competenze attraverso un'esercitazione culturale applicata alla realtà”. La mostra sarà visitabile fino a domenica 3 marzo, martedì e venerdì dalla 10 alle 12 e dalle 14 alle 16, sabato e domenica dalle ore 10 alle 12 e dalle 14 alle 19.

Oggi al cinema