10-03-2015 ore 17:32 | Cultura - Crema
di Stefano Zaninelli

Crema città degli organi. Picco, Santori e Lupo Pasini sul palco del San Domenico

Due concerti per rendere omaggio a Crema città degli organi: è la nuova proposta della Fondazione San Domenico, che per la prima volta ospita sul palco del teatro di piazza Trento e Trieste una rassegna concertistica. “Dire che siamo contenti è poco – ha introdotto Ombretta Cè, membro della Fondazione – speriamo questa iniziativa possa acquisire sempre maggiore importanza”.

 

La rassegna organaria

Due le date che compongono la mini rassegna: la prima esibizione è prevista per sabato 29 marzo, alle ore 21: sul palco del San Domenico il virtuoso delle tastiere Cesare Picco, con Klavier Project. Sarà l’occasione per testare le capacità del primo organo ibrido griffato Tamburini. La seconda mercoledì 1° aprile: Bruno Santori e Alessandro Lupo Pasini duetteranno alle tastiere in Piano & Organ for 2, un viaggio nella musica – dalla classica al pop, passando dal jazz – sui tasti di un pianoforte e di un organo.

 

L’organo ibrido

Tanto rara quanto ghiotta, l’occasione per ascoltare il suono dell’organo ibrido realizzato dalla ditta Tamburini. “Non si ascolterà suonare con un box di canne – ha spiegato il direttore del Folcioni, Alessandro Lupo Pasini – ma collegato ad un computer: grazie all’utilizzo di alcuni software musicali, potrà essere riprodotto il suono di alcuni strumenti anche molto antichi, come quello dell’organo della cattedrale di Notre Dame. In questo modo i brani potranno essere eseguiti con le loro sonorità originali”.

 

Le masterclass del Folcioni

A marzo l’istituto civico musicale Luigi Folcioni organizzerà inoltre 2 masterclass: sabato 28 e domenica 29 i corsi saranno incentrati sull’arrangiamento musicale per le band. Il 10 aprile il maestro Santori terrà, invece, un corso d’arrangiamento per l’orchestra d’archi; il giorno seguente spazio all’informatica musicale con Silvio Fantozzi. Tutte le masterclass sono rivolte agli insegnanti dell’istituto Folcioni ma è possibile, per chi ne fosse interessato, partecipare gratuitamente in qualità di spettatore. Nei prossimi mesi è prevista la presenza di ospiti di caratura internazionale quali Patrick Djivas e Chicco Gussoni; probabile anche la presenza del pianista Dado Moroni.