09-06-2022 ore 18:50 | Cultura - Manifestazioni
di Andrea Galvani

Musica in corte, in 200 a palazzo Zurla. Con Bianchi e Zappa una serata di ‘gioia assoluta’

Musica in corte è arrivata a metà del suo cammino in una serata di ‘gioia assoluta’, in cui il virtuosismo si pone al servizio della composizione, trovando il perfetto equilibrio fra emozione e tecnica, maestria e semplicità. A palazzo Zurla De Poli, lunedì 7 giugno, oltre 200 persone (alcuni non hanno trovato posto e hanno seguito la serata in piedi) hanno assistito al concerto del violoncellista svizzero Mattia Zappa e del pianista Massimo Giuseppe Bianchi. Per gli stessi artisti “un programma bellissimo, rappresenta il massimo dei dialoghi e delle melodie”. Un repertorio che spazia da Beethoven (Sonata per violoncello e pianoforte n. 4 in do maggiore, op. 102, n. 1) a Dvořák (Rondò per violoncello e pianoforte in sol minore, op. 94), per finire con Rachmaninov (Sonata per violoncello e pianoforte in sol minore, op. 19).

 

I prossimi appuntamenti

La rassegna organizzata dalla Pro loco di Crema proseguirà martedì 14 giugno: alle 21 presso Palazzo Marazzi si esibirà il pianista Marco Scolastra, con un programma che spazia da Rossini a Chopin. Ultima serata il 21 giugno: il violinista Alessio Bidoli sarà accompagnato al pianoforte da Andrea Rucli. In programma Schumann, Wieniawski, Ravel e Paganini, il Trillo del diavolo di Tartini. I concerti sono tutti ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

2405