09-06-2021 ore 11:24 | Cultura - Musica
di Rebecca Ronchi

Crema. Grazie a Musica in corte la magia dell’opera italiana a palazzo Zurla De Poli

La seconda serata della rassegna Musica in corte ha riscosso un’ottima risposta e fatto assaporare appieno agli spettatori, complice la splendida atmosfera del palazzo Zurla De Poli di via Tadini la magia dell’opera opera italiana, con atmosfere della Fenice di Venezia. Protagonisti della serata il direttore artistico Alessio Bidoli (al violino) Antonio Sarnelli de Sylva (baritono), Paolo Scibilia (pianoforte), Stefano Ligoratti (pianoforte).

 

Prossimi appuntamenti

Come sottolineato da Alessio Bidoli, Musica in Corte si prefigge l’obiettivo di far “conoscere e apprezzare, attraverso la musica, il patrimonio storico, artistico e architettonico che rappresenta il cuore e l’anima di una città”. Prossimo appuntamento martedì 15 giugno (ore 20.30) a palazzo Terni De Gregory in via Dante Alighieri; titolo della serata Venezia e dintorni, il fascino dei grandi maestri, con Giuseppe Nova (flauto) e Andrea Bacchetti (pianoforte). Il 22 giugno l’ultima serata a palazzo Clavelli, con Il cammino della musica ed il pianoforte a quattro mani di Sergio Marchegiani e Marco Schiavo. Ingresso ingresso libero e prenotazione obbligatoria sul sito o presso la sede della Pro loco, telefonando allo 0373.81020. In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà al teatro san Domenico.

829

 La redazione consiglia:

cultura - Musica
Molte persone, nel pieno rispetto delle misure anti Covid, hanno preso parte ieri sera al primo, applauditissimo appuntamento di Musica in corte, per l’occasione dedicato ai tanghi argentini....
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno

SPAZIO ALLE ASSOCIAZIONI


polocosmesi confartigianato