08-07-2018 ore 16:40 | Cultura - Itinerari
di Marilisa Cattaneo

Soncino. Calati nelle viscere del borgo alla scoperta dell'antico sistema idrico-fognario

Un viaggio nei canali sotterranei costruiti in epoca mediovale, tuttora esistenti e funzionanti. Più che una visita guidata una vera e propria avventura quella proposta dall'associazione Castrum soncini alla scoperta del sistema idrico-fognario del borgo. Hanno preso il via ieri, sabato, le attività a cura dei volontari che ormai da ventanni si prodigano a mantenere pulite le intricate e antichissime strutture del sottosuolo. I visitatori si sono calati dal mulino sant'Angelo (immagine sotto) e hanno percorso tratti sotterranei di diverse altezze, in alcuni punti significativamente ridotte e con un importante corrente d'acqua poco sotto le ginocchia.

 

Le funzioni

Le giovani guide hanno illustrato la funzione dei canali, utilizzati per centinaia di anni come fornitura di acqua pulita ad ogni casa del centro storico. Le rogge Comuna, Bina, Mormora e Castella avevano anche l'importante compito di movimentare le pale dei numerosi mulini, fonte di reddito per l’economia soncinese grazie alla produzione dei pannilana. Ad arricchire il pomeriggio all'insegna della storia e della cultura anche la visita a due baluardi della cerchia muraria del borgo. Un'entusiasmante esperienza per conoscere luoghi sconosciuti che stanno proprio sotto i nostri piedi.

5
Oggi al cinema
Eventi del giorno