07-02-2019 ore 18:06 | Cultura - Manifestazioni
di Rebecca Ronchi

Crema. Fatf 2019, Ancora grazie: molte le novità, dal logo al libro allo spettacolo finale

La ventunesima edizione del Franco Agostino Teatro Festival s'intitola Ancora grazie e avrà per colore il rosa. Molte le novità, a partire dal nuovo logo, disegnato dall’artista cremasca Anna Lopopolo, prima donna a dare forma al simbolo annuale del Fatf: una donna che pronuncia il suo ringraziamento in tutte le lingue del mondo. E la stessa parola, si fa arte.

 

Esibizione al Piccolo Teatro

Il Franco Agostino sarà al Piccolo Teatro di Milano con i vincitori della scorsa edizione. Dalle 19.30 alle 22.30 del 17 febbraio, le compagnie si esibiranno alternandosi sul prestigioso palco, con spettacoli da 30 minuti ciascuno. In scena: ‘Lo specchio di Alice’ di Fondazione Nuovo Teatro Faraggiana di Novara; ‘This is life’ de La Fabbrica delle Idee di Ronco Briantino; ‘I Giganti 2.0’ de La Cantina delle Arti di Sala Consilina; ‘Le Mosche Bianche’ del Gruppo Gost Bollate; ‘Wlf’ di The Lab Liceo Bellini di Novara (NO); ‘Esercizi di stile (Raymond Queneau)’ della Scuola media Virgilio di Cremona; To ‘B’ or not to ‘B’ di associazione culturale Il Mosaiko di Corbetta.

 

Concorso di scrittura

Lunedì 25 febbraio, alle 20.45 nella sala Bottesini della Fondazione san Domenico, le premiazioni del nono concorso di scrittura ‘Ancora Grazie’, promosso dal Fatf con Comitato Soci Coop e Caffè Letterario. In tutto, 46 partecipanti, suddivisi nelle due sezioni ‘Under 14’ (scuole medie) e ‘Scrittori in erba’ (scuole superiori). Tra gli istituti cittadini che hanno partecipato: Scuole medie Vailati, Ic ‘Luigi Chiesa’ Spino d’Adda, IIs Galileo Galilei-Scienze Applicate di Crema, Istituto Pacioli. I racconti finalisti Under 14: Beatrice Brambillaschi – ‘La fortezza dei numeri’ (Scuole Medie Vailati Crema), Emma Gallotti – ‘Vita in poesia’ (Ic Luigi Chiesa Spino d’Adda), Elisa Miragoli – ‘Le due donne nel bosco’ (Ic Luigi Chiesa Spino d’Adda), Sara Sartore – ‘Grazie alla vita’ (Ic Luigi Chiesa Spino d’Adda). Scrittori in erba: Nicolò Leva – ‘La città senza nome’ (Liceo Scienze Applicate Galileo Galilei Crema), Andrea Romano – ‘Pensieri Ordinari’ (Liceo Scienze Applicate Galileo Galilei Crema), Alessia Saracista – ‘Il sole più luminoso è quello che sorge di notte’ (Istituto tecnico Luca Pacioli Crema.

 

Grande spettacolo conclusivo

Il pomeriggio del 7 aprile, alle 16, il Teatro San Domenico non ospiterà però una semplice presentazione ma come spiega il direttore artistico (e regista della serata) Nicola Cazzalini, ospiterà La città degli Arlecchini: “spettacolo divertente, poetico, scanzonato, per raccontare con le maschere della Commedia dell’Arte e non solo, la nostra città e come il teatro dei bambini e dei ragazzi ne sia protagonista e cuore pulsante. Uno spettacolo per i bambini che parla di bambini e ne rappresenta lo spirito libero, curioso, pronto a conoscere il mondo e rinnovarlo con inesauribile creatività”. Occasione per presentare il libro Strada Facendo, che racconta la storia dei primi 20 anni del Franco Agostino Teatro Festival.

Oggi al cinema