05-03-2019 ore 19:41 | Cultura - Incontri
di Ramona Tagliani

L'ora della fiaba in tutte le lingue del mondo. Una sinergia che produce unità e coesione

L'ora della fiaba in tutte le lingue del mondo è giunta alla seconda edizione. Come spiega Rete scuole cremasche per l'intercultura sono coinvolti i tre istituti comprensivi di Crema e quello di Bagnolo Cremasco, oltre alla biblioteca comunale. Il tutto sotto il patrocinio del Comune di Crema.

 

Unità e coesione

Il dirigente Pietro Bacecchi (Crema Due), sottolinea la sinergia tra le scuole rappresentate dalle docenti Maria Grazia Parati, Debora Bozzelli, Rossana Quarteroni e Laura Rodonò, dei genitori e degli insegnanti, degli alunni e del personale della biblioteca. “Sulla base di questa collaborazione – spiega Bacecchi - si è realizzato un piccolo miracolo. La presenza di immigrati, di stranieri o anche di cittadini italiani portatori di un'altra cultura, anziché elemento che divide e crea separazione è divenuto fonte di unità e coesione".


Il viaggio e l'incontro

“Attraverso le fiabe è possibile un viaggio e un incontro con le varie culture del mondo, perché presentano costanti e un denominatore comune. Questo è il vero viaggio. Citando Marcel Proust: vedere l'universo con occhi diversi, occhi di apertura verso l'altro, da intendere non come nemico da fronteggiare ma come risorsa per accrescere e potenziare le nostre conoscenze, la nostra empatia, la nostra visione del mondo”. I prossimi incontri giovedì 28 marzo e giovedì 2 maggio, dalle ore 17 alle 18.

115
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato