04-12-2022 ore 18:34 | Cultura
di redazione

Festival diritti, oltre 4800 cittadini protagonisti

Sono stati 4.837 i cittadini delle province di Cremona, Lodi, Mantova e Pavia che hanno partecipato all’edizione 2022 del Festival dei Diritti. Un pubblico trasversale che ha preso parte ai 60 eventi calendarizzati fra il 17 e il 27 novembre e unificati dal comune filo conduttore Costruire speranza. Il festival, organizzato dal centro di servizio per il volontariato Csv Lombardia Sud e reso possibile da una numerosa community di 184 organizzazioni non profit, enti e istituzioni, ha proposto incontri, performance, eventi cinematografici, presentazioni di libri, laboratori, mostre dedicati alla cultura dei diritti e ispirati dagli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

 

Facilitare relazioni

A Crema quattro eventi hanno parlato di città accessibili, arte inclusiva, sport, disabilità e resilienza. Soddisfazione è stata espressa dalla presidente del Csv Lombardia sud Luisella Lunghi: “La ricchezza di temi, riflessioni, pratiche e contenuti portati dall’intera community di organizzazioni non profit e istituzioni che hanno partecipato o supportato il festival sono un patrimonio culturale preziosissimo per lo stesso Csv, che si pone come facilitatore delle relazioni fra mondi diversi ma contaminabili. Questo progetto comune, partecipato da enti, pubbliche amministrazioni, fondazioni, reti associative, ne è una grande dimostrazione. Si tratta di un festival che ha attirato anche l’attenzione di tanti soggetti attivi nelle quattro province, come testimoniano i numerosi patrocini e partnership. A tutti loro, che in vario modo hanno voluto sostenere il Festival dei Diritti, vanno i nostri ringraziamenti”. Ora proseguirà l'esperienza della Trama dei diritti.

1669