03-10-2022 ore 20:04 | Cultura - Manifestazioni
di Gloria Giavaldi

Gerry Scotti: 'amo passeggiare in centro con la prima nebbiolina. Crema è nel mio cuore'

È arrivato a Crema con giusto anticipo Gerry Scotti, ospite della prima giornata della decima edizione dei Mondi di carta. Un ritorno in una città “simile ai miei luoghi”. Un ritorno in una città che lo richiama spesso “per visite agli amici o frequentazioni di carattere gastronomico”. In sala Da Cemmo, però, accompagnato dal giornalista Walter Bruno ha spaziato nei temi e nei tempi: dal passato, al presente al futuro. Dall'ambiente, allo spreco, fino all'informazione e alla sanità. “Questo – ci ha detto poco prima di entrare - è cibo per l'anima”.

 

Il futuro della tv

Per lui, che in modo simpatico e genuino sta facendo la storia della tv dei nostri tempi “il segreto per scrivere il futuro della televisione è occuparsi del presente e non dimenticare il passato. Chi vorrà fare il futuro dovrà studiare ciò che è venuto prima di noi. Servirà per non ripetere più gli stessi errori”. Per scrivere davvero un futuro diverso. Anche a partire da piccole città come Crema. “Il mio Dna è permeato della vostra semplicità, che poi è anche quella dei miei posti: della campagna, dei suoi sapori, dei salumi, dei formaggi, di tutti quei piccoli paesi con una grande tradizione, con una propria identità”. Paesi di provincia, che meritano di essere riscoperti. “Nel caso di Crema il merito va a un film internazionale”, è Chiamami con il tuo nome di Luca Guadagnino. “Quanta bellezza c'è in una passeggiata in centro, sotto i portici, con la prima nebbia? Crema è nel mio cuore e – ha concluso – viste le sue bontà, anche nelle mie analisi del sangue”.

17255