03-01-2019 ore 19:34 | Cultura - Proiezioni
di Roberta Fonte

Aquaman, un supereroe combatte contro i cambiamenti climatici e l’inquinamento

“I miei hanno fatto di me ciò che sono: il difensore degli abissi”. Questa è la frase che meglio riassume Aquaman, il nuovo cine-fumetto della Dc comics diretto dal giovane regista malaysiano James Wan, noto per la regia degli horror più famosi degli ultimi anni: SAW-L'enigmista (2004),i primi due capitoli di Insidious (2010-13) e di The Conjuring (2013-2016). Protagonista assoluto lo statuario Jason Momoa, reso celebre da Il trono di spade, affiancato da Amber Heard e grandi del cinema come Willem Dafoe e Nicole Kidman.

 

“In fondo al mar”

Un bel paio di ore di pura azione racchiudono la lotta di Aquaman, tornato ad Atlantide per spodestare il fratellastro che minaccia il mondo degli umani. Fantastici gli effetti speciali di Brenden Brow e Tony Watt, uniti alle scenografie di Bill Brzeski, che riescono a farci “immergere” completamente nel mondo sottomarino. Nota di merito per la costumista Kym Bennet per le scintillanti tute degli atlantidei: hanno un grande impatto visivo.

 

Lotta per l'ambiente

Il regista Wan, evidentemente piuttosto sensibile alla causa ambientalista visto il luogo d’origine, inserisce tra un combattimento e una battuta divertente la nobile causa della lotta all'inquinamento degli oceani e la protezione della fauna marina. Ne risulta un perfetto equilibrio tra divertimento e consapevolezza.

 

Oggi al cinema