01-11-2023 ore 14:38 | Cultura - Storia
di Boris Parmigiani

La storia e il carisma di San Bernardino da Siena: incontro a 600 anni dall'arrivo a Crema

L’associazione culturale Pagine di storia cremasca di Luigi Dossena, in collaborazione col centro culturale Gabriele Lucchi, ha organizzato una conferenza relativa alla figura di San Bernardino da Siena, in occasione dei 600 anni della sua venuta nella città di Crema: "1423-2023 - san Bernardino da Siena a Crema". L’evento ha avuto luogo presso l’auditorium Bruno Manenti. L’iniziativa di natura culturale è stata presentata da Dossena, con la presenza di Claudio De Micheli. Ha illustrato al pubblico la parte storica, gli avvenimenti e la figura di san Bernardino da Siena: francescano, teologo e predicatore italiano. Sono state proiettate delle diapositive a cura di Mario Cassi, presidente dell’Araldo. San Bernardino da Siena fu proclamato santo nel 1450 da papa Nicolò V, pochi anni dopo la sua dipartita.

 

La storia e il carisma del santo

Don Natale Grassi Scalvini, cappellano di Sergnano, nel suo intervento, ha tracciato un ricordo della figura del santo. Si è  soffermato sull’intensa attività di predicatore, girando e predicando con linguaggio forbito per l’intera Italia del nord. La sua predicazione è stata fonte  di rinnovamento per la chiesa cattolica italiana e per il movimento francescano nel suo complesso. Sebastiano Guerini ha illustrato la storia organaria di Crema; menzionando Inzoli, Tamburini, uomini, compositori, che hanno dato lustro a Crema a partire dalla seconda metà del settecento e fino all’ottocento. Mario Cassi ha ricordato la figura di Lidia Ceserani Ermentini, donna dedita alla cultura, all’arte, maestra di vita, e sempre pronta al dialogo e alla collaborazione con le associazioni culturali.

1904