01-02-2024 ore 10:03 | Cultura - Teatro
di Rebecca Ronchi

Crema tre. Viaggiando s’impara: progetto di continuità con giochi, animazione e avventura

Lunedì 29 gennaio la scuola primaria Braguti di Crema nuova ha ospitato uno spettacolo di continuità per gli alunni di infanzia e primaria dell’istituto comprensivo Crema tre Nelson Mandela, oltre all’infanzia comunale casa dei bambini Iside Franceschini. Intitolato Viaggiando s’impara, è stato messo in scena dal teatro Daccapo. La rappresentazione è stata caratterizzata da un grande dinamismo e ‘gioco’ scenico, arricchito da continui cambiamenti di personaggi.

 

Spirito d’avventura

Il tema del viaggio non è stato presentato dal punto di vista strettamente storico o geografico, ma è stato animato dallo spirito di avventura, dal desiderio di conoscere ciò che ci sta intorno. Come spiegano le insegnanti, “il mio corpo e lo spazio intorno a me sono diventati occasione di scoperta e conoscenza”. La vicenda prende il via dall’albergo del viaggiatore, dove il signor Ulisse ed il signor Cristoforo, i due buffi ed intraprendenti custodi dell’albergo, raccontano di viaggi e viaggiatori. Ciò che contraddistingue questo albergo sono le grandi porte.

 

 

Interazione

Il pubblico è il grande protagonista dello spettacolo: insieme agli attori percorre chilometri immaginari, attraversa confini, supera limiti, conquista mete e traguardi. Ad arricchire gli appassionanti racconti, dal bagaglio dei custodi/viaggiatori, sono comparsi oggetti, luci, suoni, canzoni e materiali diversi che sono stati messi a disposizione dei bambini, diventando mezzi di trasporto, approdi sicuri, tramonti colorati e personaggi fiabeschi.

 

Accoglienza

“È stato possibile viaggiare anche senza spostarsi”. In men che non si dica, lo sbuffante treno dei colori, ha condotto il pubblico nella magia della stanza dei viaggi con la fantasia dove tutti i tragitti sono possibili e dove ogni passeggero è ben accetto. Il corpo docente ha voluto ringraziare “bambini e genitori, gli insegnanti e il dirigente Paolo Carbone per l’impegno costante nel guidare la scuola”.

2171