29-10-2012 ore 12:03 | Cronaca - Crema
di Rebecca Ronchi

La Pace attraverso il servizio. Rotary Club Crema e liceo artistico Munari: progetto quinquennale dedicato al maestro Carlo Fayer

Il presidente del Rotary Club Crema Fabio Patrini ha presentato il Progetto e Borsa di studio intitolato al maestro Carlo Fayer. Il club di Crema, insieme al gemellato Rotary Club Salon de Provence, ha promosso un importante progetto rivolto agli studenti dell'ultimo triennio del liceo artistico Bruno Munari di Crema. Alla presentazione erano presenti la dirigente dell'istituto scolastico Maria Luisa Carnini e Gianni Macalli, oltre i figli del maestro, Umberto e Giuseppe Fayer.

La Pace attraverso il servizio
Il progetto avrà durata quinquennale: gli studenti dovranno presentare un lavoro elaborato, con una tecnica a loro scelta, basato sul tema Rotariano dell'anno: La Pace attraverso il servizio. Verrà quindi formata una commissione composta da rappresentanti dei due Club, da professori del Liceo e da un critico d'arte dell'Accademia di Brera. Due borse di studio, offerte dal RC Crema e dal Rotary Club Salon de Provence premieranno i due migliori lavori. Tutte le opere che partecipano verranno raccolte e esposte in due mostre: a Crema e successivamente in Francia a Salon de Provence, al Circolo delle Arti.

Il progetto formativo
Come sottolineato dalla dirigente scolastica del Munari, non si tratta di una semplice borsa di studio ma di un progetto formativo che abbraccia con un respiro più ampio il processo di crescita dello studente. Inoltre la valenza internazionale consentirà di dar vita a scambi ed interazioni di grande interesse sia per gli studenti che per la scuola.

Aperto ai giovani
Macalli ha ricordato il maestro Carlo Fayer, "la sua passione verso l'arte declinata in tutte le forme che si compone, con una contemporaneità e freschezza di artista giovane, anche a dispetto della sua reale età anagrafica. Sempre aperto verso gli altri e i giovani in particolare come testimoniano i numerosi corsi di affresco ad Arcumeggia, in provincia di Varese e a Vira, in Svizzera".

Uno spazio dedicato
Al termine la professoressa Carnini ha anticipato la volontà del liceo artistico cittadino di dedicare uno spazio all'interno della scuola a Carlo Fayer perché resti a sua futura memoria.
Oggi al cinema