29-04-2015 ore 20:41 | Cronaca - Crema
di Stefano Zaninelli

Crema. Il 12, 13 e 14 giugno l’anteprima nazionale di Eatinero. Il cibo di strada grande protagonista della Crema di Expo

Nascosto dietro ad un inglesismo, il cibo di stradastreet food, per dirlo in maniera trendy – è molto più che panini unti e lampi di fame. Negli ultimi anni è tornato a far parlare di sé grazie ad alcuni programmi tv molto seguiti: da Street food heroes a Eat street, passando per il celebre Unti e bisunti con chef Rubio. Non poteva dunque mancare nel palinsesto dell’Expo 2015, nemmeno a livello locale: a Crema, dal 12 al 14 giugno, piazza Aldo Moro – “sede” della tortellata – ospiterà Eatinero, il festival del cibo di strada.

 

L’anteprima nazionale

Eatinero, ovvero cibo itinerante: come nella migliore tradizione, i prodotti verranno serviti da Ape car e “truck food”, i camioncini. Si tratta dell’anteprima nazionale del Festival che proseguirà in altre città; prossima tappa, Cremona, in piazza Roma e corso Mazzini il 25, 26 e 27 settembre. “L'iniziativa – spiegano gli organizzatori –  è nata da una community online sullo street food: Eatinero. Volevamo mettere in comunicazione chef di strada, fornitori di mezzi (trucks)  ed appassionati sfruttando il fenomeno esploso durante l’ultimo anno, grazie ai programmi tv”.

 

Promuovere le tipicità

Il passo seguente è venuto naturale: “organizzare un festival dello street food che valorizzasse la cultura culinaria italiana cucinata su mezzi insoliti come Ape car e camioncini. Analizzando altri festival di questo tipo, abbiamo potuto notare che vengono proposti in location come giardini, parchi e zone periferiche. Da qui l'idea: una manifestazione con lo scopo di promuovere e valorizzare la cucina di qualità e le tipicità gastronomiche inserendole in un contesto ambientale di pregio, come il centro storico di Crema, unitamente ad attività di socializzazione”.

 

Il pittoresco Ape car del LuBar (foto © LuBar)

Partecipanti da tutta Italia

Acquolina in bocca su quali attività gastronomiche locali si proporranno alla manifestazione – “Crema è una città che già dal nome fa del cibo il proprio cavallo di battaglia, quindi ci saranno anche prodotti cremaschi cucinati e distribuiti su Ape car” confessano gli organizzatori – ma nell’elenco dei 25 partecipanti già si scorgono nomi celebri. La cultura nazionale del cibo da strada porterà a Crema diverse specialità: dai Fuori di mente di Brescia ai pisani di Phil's slow smoked american barbecue, passando per il sushi dei leccesi Myo aperisushi.  

 

Grande attesa in città

In città c’è già grande attesa: l’evento di apertura del festival conta oltre 1700 partecipazioni solo sulla pagina Facebook. Eatinero ha tutte le carte in regola per ravvivare Crema sia a livello culinario che culturale, grazie alla presenza di giocolieri ed artisti di strada prevista in contemporanea all’iniziativa. “Vorremmo che la gente vivesse la propria città in modo semplice e sincero – concludono gli organizzatori – riscoprendo antichi sapori divertendosi e socializzando”. Il motto? “Se dico ti porto fuori a cena, intendo fuori veramente”.

 La redazione consiglia:

cronaca - Crema
“Anticipiamo l’inaugurazione di Expo 2015 con la presentazione della nuova sala Cremonesi. Nell’ambito delle attività produttive e dello sviluppo economico, abbiamo penato ad...