25-04-2022 ore 11:29 | Cronaca - Lombardia
di Claudia Cerioli

Rifiuti abbandonati, la regione sperimenta azioni di prevenzione e identificazione

Sperimentare e individuare un modello pilota di collaborazione fra enti locali per contrastare la pratica del 'littering', ovvero l'abbandono indiscriminato di rifiuti gettati su strade e spazi pubblici e favorire la riqualificazione ecologica su tratti di strade provinciali e comunali poste all'esterno delle aree urbane individuate.È questo l'obiettivo dell’accordo tra regione Lombardia, le province lombarde, Anci e città metropolitana di Milano, approvato dalla Giunta regionale lombarda. L'investimento di 2,4 milioni di euro previsto dall'accordo è finalizzato all'acquisto di attrezzature tecnologiche e strumentazioni per la definizione del modello sperimentale di gestione che dovrà essere realizzato dalle Province e da Milano.

 

Le azioni in campo

L'intera realizzazione del piano dovrà essere completata entro il 30 aprile 2023. Le province e le comunità montane rendiconteranno l'uso delle risorse a completamento anche degli interventi dei comuni entro e non oltre 31 dicembre 2023. "Quello che abbiamo messo in campo - commenta Massimo Sertori, assessore regionale agli enti locali - è un modello sperimentale di meccanismi di raccolta, rimozione e trattamento rifiuti su aree pilota, accompagnato da investimenti diretti a disincentivare e contrastare il fenomeno e individuare i responsabili dell'abbandono di rifiuti. Questo per contrastare il fenomeno dell'abbandono di rifiuti lungo il sedime stradale e le aree di sosta, che causa degrado paesaggistico e ambientale e inquinamento del suolo e delle acque, oltre a danni alla vegetazione e alla fauna”

 

‘Cultura ambientale’

"Con questa delibera - afferma l'assessore all’ambiente Raffaele Cattaneo - vogliamo dare un impulso agli enti locali nell'organizzazione di azioni di pulizia di rifiuti abbandonati lungo le strade e nelle aree esterne alle aree urbane. E vogliamo anche incentivare azioni di prevenzione a questo abbandono indiscriminato di rifiuti di ogni genere e incentivare il conferimento di rifiuti nei luoghi idonei". "La diffusione di una cultura attenta all'ambiente - conclude Cattaneo - alla riduzione dell'inquinamento e alla gestione corretta dei rifiuti sono al centro delle politiche regionali. Per questo motivo abbiamo deciso di sostenere gli enti locali in queste azioni"

1389