25-03-2019 ore 13:28 | Cronaca - Crema
di Riccardo Cremonesi

Crema. Bus dirottato, l'incontro tra gli studenti e i carabinieri che li hanno salvati

“Vogliamo dimostrarvi tutta la nostra ammirazione per quello che avete fatto l'altro giorno”. Con queste parole ha esordito il comandante provinciale dei Carabinieri di Milano, colonnello Luca De Marchis, nell'incontro che si è svolto stamattina presso le scuole medie Vailati tra i carabinieri intervenuti a San Donato e gli studenti coinvolti nel dirottamento. “Noi siamo addestrati per confrontarci con situazioni drammatiche come quella avvenuta mercoledì scorso – proseguente De Marchis - ma voi in tutta la vostra vita non dovete misurarvi con fatti del genere. Avete dimostrato un coraggio straordinario e senza di voi non saremo riusciti a portare a termine felicemente questa impresa”. Dopo le parole del colonnello, l'abbraccio tra i ragazzi e i militari in segno di riconoscenza. Ai giovani studenti è stato donato un cappellino e lo zaino con lo stemma dell'Arma.

 

 

Il ringraziamento del sindaco

Presente anche il sindaco Stefania Bonaldi: “stamane ancora gratitudine all'Arma dei carabinieri per la professionalità, la lucidità, la freddezza, ma anche l'umanità con cui hanno impedito che il disegno criminoso del conducente dell'autobus venisse portato a compimento. Come sindaco e come madre ho voluto esprimere la riconoscenza della nostra comunità per il loro prezioso e determinante operato. Adesso si spengano i riflettori suoi ragazzi e sulla scuola e si prosegua il lavoro in tutte le sedi deputate a comprendere quanto è accaduto e ad individuare tutti i profili di responsabilità”. Toccante l'incontro tra la bidella Tiziana Magarini e il carabiniere che le ha salvato la vita.

1292