24-10-2019 ore 20:48 | Cronaca - Crema
di Giovanni Colombi

Crema, entro primavera un nuovo bosco a santa Maria realizzato dal Parco del Serio

Grazie al finanziamento del bando regionale “Infrastrutture verdi a rilevanza ecologica e incremento della naturalità”, pari ad oltre 300 mila euro, il Parco Regionale del Serio realizzerà entro la primavera del prossimo anno un nuovo bosco a Crema. “Il meandro verde”, che nascerà in un’area di circa 5 ettari nei pressi del quartiere di santa Maria della Croce, andrà ad occupare un intero meandro fluviale, tipica morfologia del tratto cremasco del fiume Serio.

 

Il bosco

Il progetto prevede il potenziamento dell’infrastrutturazione verde del territorio mediante la realizzazione di un bosco complementare, prato stabile e prato arbustato. L’obiettivo principale del progetto consiste nella realizzazione, presso un’area attualmente incolta e posta in prossimità del fiume Serio, di un bosco naturalistico permanente, associato a prato stabile e prato arbustato, che consenta la tutela e la conservazione della biodiversità e della composizione di flora e fauna. L’imboschimento dell’area verrà realizzato attraverso l’impianto di un Querco–Carpineto della Bassa Lombardia. All’interno dell’area boscata, che formerà l’anello perimetrale all’area stessa ed in posizione protetta, verranno realizzati un nuovo prato stabile e una zona a prato arbustato per implementare la biodiversità differenziando gli habitat e creando zone di rifugio e riproduzione per gli animali.

 

La soddisfazione del presidente

Come spiega il presidente del parco, Dimitri Donati, “siamo soddisfatti per il raggiungimento di un altro obiettivo importante. Il Parco del Serio infatti, oltre ad occuparsi della fruizione pubblica dell’area protetta, si deve occupare anche della riqualificazione e del recupero ambientale delle sue aree, in special modo di quelle che concorrono a completare ed attuare il disegno della rete ecologica regionale (le cosiddette “infrastrutture verdi”). Un doveroso ringraziamento in questo senso va all’Assessore regionale all’Agricoltura ed ai Sistemi Verdi, Fabio Rolfi, per la ferma volontà di proseguire e rifinanziare il bando e per l’attenzione al sistema delle aree protette che rappresentano per tutta la Lombardia circa il 25% di tutto il territorio. Ora è il momento di passare all’azione perfezionando tutti gli aspetti amministrativi e formali al fine di realizzare l’intervento entro la prossima primavera”.

4056