24-05-2022 ore 20:38 | Cronaca - Crema
di Denise Nosotti

Il Galilei trionfa alle olimpiadi scientifiche. Primo posto per Pietro Canidio in biologia

L’I.I.S. Galilei di Crema è sul tetto d’Italia. Pietro Canidio della quinta LE infatti ha vinto la medaglia d’oro alle olimpiadi nazionali di biologia. A questo si aggiunge il successo di altri due studenti, medaglia di bronzo alle olimpiadi di matematica individuale: Leonardo Fusar Bassini, di Capergnanica e Davide Gui di Crema entrambi della classe quinta LE. I successo sono stati raggiunti anche grazie al supporto della dirigente scolastica Paola Orini, e delle insegnanti: Assunta Alviti, Barbara del Mari e Antonella Pezzoni coordinatrice di biologia e Greta Stanga. Quest’ultima ha seguito i ragazzi nelle olimpiadi di cultura e talento. Ai sopracitati Gui e Canidio hanno partecipato, arrivando in finale, anche Matteo Ardia di Crema, Davide Pola di Soncino, Nicolò Orsini di Soncino e Davide Borra di Castelleone.

 

Tappa in Armenia e università

Il prossimo passo per il vincitore Canidio, oltre all’esame di maturità, saranno le finali internazionali in Armenia  dal 10 al 18 luglio. una volta uscito dal Galilei si iscriverà a medicina. È già immatricolato alla facoltà dell’Humanitas di Rozzano. Canidio ha conquistato sempre primi posti: sia nella fase interna all’istituto, sia alle regionali che alle nazionali. Il Galilei aveva già partecipato nel 2017 agli internazionali di biologia con Luca Fusar Bassini, quarto in Italia. “Nella mia mente echeggia il concetto di eccellenza sostenibile - ha dichiarato la preside Orini - accanto cioè al sostegno degli studenti più fragili o in difficoltà, è doveroso, come scuola, incentivare e coltivare le attitudini e le eccellenze”.

 

‘Cultura che unisce’

“Il liceo delle scienze applicate - ha proseguito Pezzoni - sta crescendo sia nelle materie scientifiche che in quelle umanistiche in modo omogeneo”. “Questo percorso - ha aggiunto Stanga - serve ai ragazzi per creare un gruppo  che sappia mettere a disposizione le proprie conoscenze a servizio del prossimo. La cultura infatti nobilita e non divide. Pietro Canidio infatti è stato festeggiato dai suoi compagni di classe”. Gli studenti del Galilei seguono anche dei progetti extra curricolari come educazione civica o percorsi contro le ludopatie. Tra poco ci saranno gli esami di fine anno anche per gli altri partecipanti alle olimpiadi di matematica, ai quali si apriranno poi le porte dell’università. Gui si iscriverà a ingegneria matematica, Fusar Bassini è indeciso tra ingegneria o matematica pura, Pola in ingegneria elettrica e Orsini a odontoiatria. Inoltre, da settembre partirà la terza annualità del corso di biomedico.

10123