22-02-2017 ore 09:48 | Cronaca - Crema
di Francesco Ferri

Scambio culturale del Racchetti Da Vinci. Gli alunni “esperienza positiva da 10 e lode”

“Un'esperienza positiva e un’opportunità di confronto non solo dal punto di vista linguistico”. Così Veronica, studente della classe terza E del liceo linguistico Racchetti Da Vinci di Crema commenta la settimana di scambio culturale organizzata con il liceo de la Versoie di Thonon les Bains, città dell’alta Savoia.

 

Condivisione familiare

“Ciò che ho preferito – prosegue Veronica – è l’amicizia che si è creata tra studenti italiani e francesi, cementata dalla condivisione della quotidianità familiare”. Aspetto sottolineato anche da Matteo: “è stato positivo il rapporto con Nils; da semplice corrispondente è diventato amico. Questo credo sia avvenuto in modo reciproco”. La bontà dell’iniziativa è stata messa in risalto anche dai genitori.

 

Da Crema a Vicenza

Oltre ad alcune lezioni in classe hanno visitato la rocca e la casa degli stampatori a Soncino, il Cenacolo vinciano, la chiesa di san Satiro, il duomo e piazza Gae Aulenti a Milano, il museo del violino a Cremona, il teatro olimpico, la basilica, la loggia del Capitano e il Palladium museum a Vicenza. Gli studenti cremaschi hanno fatto da ciceroni ai loro corrispondenti. Il progetto di alternanza scuola lavoro, attivato in collaborazione con la Pro loco, infatti prevede attività di tirocinio tra cui quella di guida turistica del territorio. “Le visite – conclude Elena – mi hanno aiutato a riscoprire il territorio. Insomma, un'esperienza da 10 e lode”. L’appuntamento per i ragazzi è ora in terra francese dal 3 all’8 aprile.

267

 La redazione consiglia:

cronaca - Crema
Ventuno ragazzi di Thonon les bains, città francese dell’alta Savoia, sono giunti a Crema oggi nell’ambito del progetto di scambio linguistico culturale. Sono ospitati dalle...
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno

SPAZIO ALLE ASSOCIAZIONI


polocosmesi confartigianato