21-07-2023 ore 10:21 | Cronaca - Milano
di Claudia Cerioli

Regione Lombardia, piano caccia 2023-2024: la stagione venatoria inizierà il 17 settembre

Regione Lombardia ha approvato il calendario venatorio 2023/24. La data d’apertura è il  17 settembre, mentre la chiusura generale il 31 gennaio 2024. Nel periodo dal 17 al 30 settembre, la caccia in forma vagante e quella da appostamento temporaneo nella maggioranza degli Atc (ambiti territoriali di caccia) saranno possibili nei tre giorni fissi di mercoledì, sabato e domenica. Farà eccezione la caccia da appostamento fisso, possibile per tre giorni settimanali a scelta del cacciatore. Dal primo ottobre, anche la caccia in forma vagante potrà essere esercitata per massimo tre giorni alla settimana, a libera scelta del cacciatore. Per l'intera stagione venatoria, sono escluse le giornate del martedì e del venerdì, cosiddette di 'silenzio venatorio' ossia nelle quali la caccia non è consentita.

 

Zone umide

La caccia alla piccola stanziale (fagiano, starna, lepre comune, pernice rossa, coniglio selvatico, volpe, ecc.) terminerà al massimo al 31 gennaio per i soli fagiano e volpe, mentre quella alle altre specie stanziali terminerà fra il 30 novembre e il 31 dicembre, con differenze fra territori. Nel mese di gennaio  la caccia vagante alle specie consentite in tale periodo, sarà limitata alle zone umide, paludi, acquitrini, stoppie di riso allagate, fossi e corsi d'acqua nonché nella fascia massima di 50 metri di distanza da tali zone. I corsi d'acqua dai quali si potrà cacciare in forma vagante nella fascia di 50 metri, sono indicati negli allegati territoriali. Farà eccezione la caccia da appostamento fisso, naturalmente consentita alle specie alle quali la caccia in gennaio sarà possibile, indipendentemente da dove si trovino gli appostamenti.

 

Allenamento cani

L'allenamento e addestramento dei cani da caccia nei trenta giorni antecedenti l'apertura generale della stagione venatoria, sarà possibile negli Atc a partire dal 18 agosto, secondo date di avvio e di fine, nonché modalità e orari, differenti fra i vari territori. In Lombardia sono cacciabili cervo, capriolo, camoscio e muflone, nonché il cinghiale, il cui prelievo venatorio segue però regole specifiche che si discostano da quelle relative agli altri ungulati. La caccia collettiva al cinghiale si svolgerà tra il primo ottobre e il 31 dicembre, oppure fra il primo novembre e il 31 gennaio. Per il cinghiale, vige inoltre tutta la normativa speciale a contrasto della Psa - peste suina africana. I casi sospetti, come aveva già definito anche Ats, dovranno essere prontamente segnalati. Nei territori di Cremona, Lodi e città metropolitana di Milano non verrà concessa alcuna giornata integrativa settimanale, in quanto non è stato manifestato interesse per tale integrazione in sede di consulte faunistico-venatorie territoriali.

2565