21-05-2022 ore 20:30 | Cronaca - Crema
di Gloria Giavaldi

Crema. Intercultura, volti e storie in piazza Duomo: 'questa è integrazione'

Piccole mani, unite, sorreggono il mondo e generano un cuore. È questo il logo scelto dalla consulta Intercultura di Crema per presentarsi alla città in occasione della mostra I volti, le storie, allestita in questi giorni in piazza Duomo. Un messaggio chiaro, racchiuso nei sorrisi e nelle tante esperienze raccontate grazie alla collaborazione con il Fotoclub Ombriano ed il fotografo Luigi Aloisi e con la scuola secondaria di primo grado Abbado. “In occasione della Giornata internazionale della diversità culturale, che si celebra oggi, sabato 21 maggio, vogliamo consentire a tutti di intraprendere attraverso le nostre esperienze il difficile viaggio dell'integrazione”. Miranda Veli è accompagnata da Soumaya Ajdal, una ha origini albanesi, l'altra marocchine. “L'integrazione è un viaggio difficile. Bello, ma difficile, perché le barriere sono tante. L'integrazione si costruisce. Si fa insieme”.

 

 

'La diversità è arricchimento'

É un gioco di incastri tra “ciò che siamo e ciò che insieme possiamo diventare”. Un percorso di “ascolto e comprensione” che abbraccia le differenze senza negarle. Non è e non deve essere omologazione, non è e non deve essere imposizione. È e deve essere “l'occasione per ciascuno di vivere serenamente, confrontarsi, raccontarsi. Per arricchirsi”. La diversità è arricchimento: “i tanti bambini che hanno partecipato al concorso per fare il nostro logo lo hanno capito, ma la cultura inclusiva deve partire dalle scuole. Dobbiamo raccontare che siamo tutti cittadini del mondo. E che la nostra città è accogliente”. I sorrisi appesi in piazza Duomo lo confermano.

8762