19-06-2022 ore 10:30 | Cronaca - Paullo
di Riccardo Cremonesi

Un drone al servizio della polizia locale di Paullo. Sarà usato per reati ambientali, abusi e spaccio

Per le attività quotidiane e con l’obiettivo di aumentare la sicurezza dei cittadini, il corpo di polizia locale di Paullo si è dotato di un drone. Fortemente voluta dall’amministrazione comunale, “la nuova unità operativa è costituita da agenti formati. I quattro mila euro per l’acquisto del drone provengono da un bando regionale e gli ulteriori sei mila euro sono in carico alle casse comunali per gli accessori, le patenti, l’assicurazione”. Il comune ha effettuato una dimostrazione pratica al parco Muzza, alla presenza del sindaco Federico Lorenzini, del consigliere Giuliano Spinelli, del comandante Alessandro Malagoni e degli agenti Flavio Donati e Francesco Viceconti. “Il drone – ha commentato l’assessore alla sicurezza Massimiliano Consolati - è uno strumento molto utile. Ci consentirà un più ampio spettro di azione sul territorio, raggiungendo zone impervie, fondamentale per il controllo su spaccio e reati ambientali, ma anche in collaborazione con gli uffici su eventuali abusi edilizi. Può essere usato anche durante le manifestazioni pubbliche e nelle attività di ricerca di persone scomparse”.

 

Percorso di innovazione

Dello stesso avviso l’assessore all’innovazione Gabriele Guida: “Essere smart significa fondamentalmente essere utili e questo nuovo servizio conferma le scelte di questa amministrazione e rappresenta uno strumento in più nel percorso di innovazione. Tra le altre cose, il drone può raggiungere potenzialmente 120 metri di altezza e una velocità di 75 chilometri orari: si possono registrare annunci che poi vengono trasmessi dall’alto, eseguire riprese e perfino ‘misurare’ la temperatura dei soggetti tramite sensori termici regolabili”.

1428