19-06-2022 ore 20:02 | Cronaca - Crema
di don Emilio Lingiardi

Crema, trent'anni fa la visita in città di Papa Giovanni Paolo II. Il ricordo di don Lingiardi

Lunedì 20 giugno ricorre il trentesimo anniversario della visita del santo Papa Giovanni Paolo II a Crema. Wojtyla, proveniente da Caravaggio, arrivò con la sua papamobile a Santa Maria della Croce, dove ad attenderlo c'erano il vescovo monsignor Libero Tresoldi e il sindaco Walter Donzelli, unitamente ai sindaci e amministratori del territorio. Dopo la visita della basilica ha raggiunto piazza Garibaldi per l’incontro con i sacerdoti e il personale diocesano, tra cui il cardinale patriarca di Venezia Marco , il vescovo emerito monsignor Carlo Manziana. In seguito la visita al palazzo vescovile e in Cattedrale per poi recarsi a Lodi. Il tutto davanti ad un tripudio di persone.

 

Il ricordo

Come spiega don Emilio Lingiardi, “conservo sempre nel mio cuore due ricordi del santo padre Papa Giovanni Paolo II alla nostra cattedrale: il primo l'ulmità con la quale mi si è rivolto, pallido in volto e tremante nelle mani, per chiedermi di appoggiarsi al mio braccio per entrare e camminare verso l'altare. Il secondo è lo sguardo profondo e mistico con il quale ha fissato il nostro venerato crocefisso esposto per l'occasione alla colonna vicino all'altare e lo sguardo silenzioso e adorante il santissimo sacramento all'altare dell'eucarestia di fronte al quale è rimasto in ginocchio per più di 20 minuti. Non l'hanno distolto da questo momento prolungato di preghiera personale ne il nervosismo del vescovo Tresoldi che continuava a guardare l'orologio preoccupato del tempo che passava, ne i due avvertimenti sulla spalla del suo segretario Stanislao. Poi si è compresa la profondità del breve discorso che ha tenuto, sia ai malati che ha invitato sempre a rivolgere lo sguardo al crocefisso, sia ai volontari che ha incoraggiato ad essere dei buoni sammaritani accanto ai sofferenti”. Per l'occasione domani, in Cattedrale, verrà ricordato questo momento alle ore 10 con una messa, celebrata da don Lingiardi, “invocando la misericordia del santo papa per le nostre famiglie e sopratutto per i nostri ragazzi e giovani perchè li aiuti e li sostenga nella loro crescita”.

3861