19-02-2020 ore 09:30 | Cronaca - Dal mondo
di Rebecca Ronchi

Riscaldamento globale, studenti cremaschi sull’isola di Reunion, nell’oceano indiano

Un progetto internazionale di sensibilizzazione dei giovani sul tema del riscaldamento globale ha portato una delegazione di studenti di Sraffa e Marazzi (con le insegnanti Stefania Ercoli e Vincenza Nicolosi) a partecipare ad una settimana di iniziative presso l’Isola di Reunion, nell’oceano indiano, dipartimento d’oltremare francese. L’iniziativa inserita nel progetto Erasmus+ Be an Eco-citizen si svogle in collaborazione col Collège Louis Armand di Golbey (Francia), il Colegiul National Calistrat Hogas di Piatra-Neamţ (Romania) e l’istituto ospitante, il Lycée Professionnel Léon De Lepervanche, scuola professionale con un’ampia offerta di indirizzi, dall’enogastronomico all’elettrotecnico.

 

Attività ambientali

Gli studenti hanno approfondito gli effetti del riscaldamento globale sugli equilibri degli ecosistemi e le buone prassi per arginarli. Hanno svolto visite e attività ambientali: dalla visita della laguna e della barriera corallina al vulcano attivo, fino all’escursione nella zona interna dell’isola, caratterizzata alle aree naturali quasi incontaminate, prive di strade e quindi di automobili. Le mobilità Erasmus proseguono allo Sraffa-Marazzi: in questi giorni un’altra delegazione di studenti e docenti è impegnata a Malta, per il progetto Cre@tive conflict resolution and peer-to-peer school mediation.

1085
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi