14-08-2023 ore 19:06 | Cronaca - Cremona
di Claudia Cerioli

Cremona, il comandante De Riggi in visita alla santa Lucia: ‘Sicurezza e vicinanza ai cittadini’

Il generale di brigata Giuseppe De Riggi, da poco nominato comandante della legione carabinieri Lombardia, ha fatto visita al personale in servizio nella provincia cremonese. L’alto ufficiale, di 56 anni, originario di Napoli, succede al generale Taurelli Salimbeni, trasferito alla legione Carabinieri Lazio ed ha precedentemente svolto importantissimi incarichi di comando, in particolare in Calabria, alla compagnia di Gioia Tauro, Palermo e al comando generale, dove è stato di recente responsabile di tutte le operazioni. Si tratta del reparto decisivo per la gestione dei reparti e degli eventi su tutto il territorio nazionale nonché per la gestione degli assetti dell’Arma all’estero, le emergenze, le investigazioni, l’ordine pubblico, il controllo del territorio.

 

‘Vicino ai cittadini’

De Riggi, accolto dal comandante provinciale Giuliano Gerbo, ha incontrato alla santa Lucia una rappresentanza di tutto il personale e dei reparti speciali che insistono sulla provincia (Nas, Nil, Carabinieri Forestali), ascoltando la realtà cremonese e soffermandosi sulle linee guida che devono essere cardine per l’operato di tutti i carabinieri, in particolare sul territorio: data per scontata la professionalità, l’aspetto più importante deve essere la vicinanza ai cittadini, per offrire risposte alle numerose richieste di sicurezza che provengono dalle comunità, sempre più mature ed esigenti. A riprova dell’interesse per il territorio cremonese il neo comandante di legione ha voluto visitare le stazioni di Vescovato e Solarolo Rainerio, interessate da importanti iniziative infrastrutturali per migliorare la qualità del servizio e della vita del personale: Vescovato sarà destinataria di una nuova sede della locale stazione grazie ad una sinergia fra amministrazione comunale e comando generale; Solarolo vedrà dislocata la sede nel nuovo stabile in San Giovanni in Croce, ormai pressochè terminata grazie ad un importante impegno dell’amministrazione comunale.

2656