11-10-2018 ore 10:44 | Cronaca - Crema
di Andrea Galvani

Canale Vacchelli. Il Politecnico lavora ad un vasto progetto di riqualificazione e fruizione

La notizia è molto interessante. Unisce l'alta formazione e il desiderio - spesso la necessità - di riqualificare e far emergere tutte le potenzialità del territorio. Il canale Vacchelli è al centro del laboratorio di quest'anno del corso di Progettazione urbanistica del Politecnico di Milano. Nei prossimi mesi gli studenti analizzeranno nel dettaglio i Comuni che si affacciano sul canale e sul finire della primavera 2019 elaboreranno delle “proposte di riqualificazione nell'ottica di una nuova fruizione degli spazi”.


Consapevolezza e valorizzazione

L’assessore all’urbanistica Cinzia Fontana ha apprezzato la sinergia: “si basa su un'idea più vasta di territorio, dove la socialità, la cultura, prendono parte alla costruzione di un percorso nei luoghi improntata alla consapevolezza e valorizzazione”. Nella sala dei Ricevimenti, accompagnato dall'ingegnere Stefano Loggi del consorzio irrigazione cremonese, Pileri – ideatore di VenTo, la ciclabile Torino-Venezia lungo il Po - ha presentato il laboratorio spiegandone gli obiettivi didattici e le possibili ricadute positive per il territorio. In sala anche il sindaco di Crema, i colleghi di Spino d'Adda e Pandino, Dovera, Salvirola insieme ad alcuni tecnici comunali. Il corso del Politecnico prevede inizialmente l’analisi dei Pgt dei comuni lungo il Vacchelli “per capire le previsioni insediative e le prospettive di futuro”. La seconda parte si concluderà con un progetto di “riqualificazione multifunzionale della linea ciclopedonale lungo il canale, ipotizzando alcune soluzioni per gli spazi aperti che vi si affacciano”.