11-06-2021 ore 20:22 | Cronaca - Cremona
di Riccardo Cremonesi

Bocconi avvelenati. Minacce al sindaco di Bagnolo, nuova riunione in prefettura

Dopo la lettera anonima recapita al sindaco di Bagnolo Cremasco e alla stazione locale dei Carabinieri, dove si minaccia di avvelenare i cani presenti sul territorio comunale se il sindaco non dovesse risolvere la situazione di sporcizia causata dagli stessi, il prefetto Vito Danilo Gagliardi ha deciso di convocherà a breve una riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, alla presenza dei vertici delle Forze di Polizia e dei sindaci.

 

Prevenire e contrastare il fenomeno

Come spiega la prefettura di Cremona, “il fenomeno, pericoloso per la vita degli animali e per la salute degli esseri umani, può assumere rilevanza penale. La tematica degli avvelenamenti degli animali è attentamente seguita dal prefetto che lo scorso aprile, all’esito della riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, ha disposto l’attivazione del Tavolo di coordinamento prefettizio, nel cui ambito vengono definite le linee di intervento per prevenire e contrastare le condotte di disseminazione di esche e bocconi contenenti veleni o sostanze tossiche”.

1380

 La redazione consiglia:

cronaca - Crema
“Nei giorni scorsi abbiamo avuto alcune segnalazioni di bocconi avvelenati lungo alcuni percorsi di passeggio della città, che hanno provocato gravissime conseguenze”. Come spiega...
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno

SPAZIO ALLE ASSOCIAZIONI


polocosmesi confartigianato