11-06-2013 ore 16:07 | Cronaca - Crema
di Andrea Galvani

Carnevale di Melun, anche Crema festeggia. La delegazione dei Pantelù ha partecipato alla colorata manifestazione transalpina

La delegazione cremasca dei Pantelù è stata ospitata dal Comune di Melun, gemellata con l'amministrazione comunale di Crema, per partecipare al Carnevale. Come spiega Renato Stanghellini, "ancora una volta abbiamo ricevuto una grande accoglienza, dal sindaco Gérard Millet e dallo staff del comune, in particolare Carole Francis e Maria Rose.

Il ricevimento ufficiale
I cremaschi insieme alla delegazione tedesca della città gemellata di Stuttgart-Vaihingen hanno ricevuto un grazioso omaggio, una raffigurazione in ceramica del palazzo comunale della cittadina d'oltralpe. Conclusa la parte istituzionale, la grande festa di Carnevale, con la sfilata per le vie del centro allietata dalle coreografie delle varie compagnie di ballo del territorio.

I carri allegorici
Il comitato organizzatore ha predisposto 10 carri allegorici, di dimensioni minori rispetto a quelli che sfilano nel circuito di porta Ombriano per il carnevale cremasco. Durante la sfilata gli ospiti delle città gemellate sono stati chiamati sul palco per i saluti. I Pantelù hanno quindi presentato i doni portati da Crema, venendo letteralmente assaliti dai bambini che si sono accapparati tutti i giochi.

L'assalto dei bambini
"E' stato un momento molto bello - racconta Stanghellini ridendo - è stato come un assalto alla diligenza e noi, che avevamo un tesoro prezioso per i bambini, abbiamo dovuto alzare le mani lasciandoli fare". Al termine della sfilata, durante la serata il tradizionale ballo in piazza, coi Pantelù che hanno regalato il bis lanciandosi nelle danze vestiti da Flintstones accanto alla mascotte di Melun, due topolini, che riprendono la grande passione per il brie, prodotto tipico locale.
339